E’ ufficiale: l’Inghilterra è diventato un posto strano. Nella perfida Albione i gorilla camminano eretti, gli umani ingollano pizza ultrasottile al salame piccante in quantità industriali, i vecchietti tendono agguati amorosi a novantenni nel bosco e nella metro si gira allegramente in mutande. L’Inghilterra è ovviamente anche la patria di Henry il super-porceddu allevato in casa a cui si aggiunge questa settimana Humphrey, il gatto conservatore sfegatato. Preparatevi ad un’altra triste storia, anche questa by Antonio Caprarica.

C’era una volta Humphrey un gatto che viveva a Downing Street, la residenza ufficiale dei premier di Sua Maestà. Humphrey era un gatto conservatore e adorava Margaret Thatcher. Le cose si misero male per lui quando arrivò  Tony Blair. Sua moglie Cherie non lo sopportava e lo inviò al confino. In esilio Humphrey è deceduto solo e abbandonato nel 2006. La residenza del primo ministro non ha avuto più residenti felini da allora e, come in quella del primo ministro italiano, topi, tope e zoccole di varie dimensioni hanno proliferato. “Quando il gatto non c’è i topi ballano” ci ricorda l’inviato del Tg di Uno (dimenticando che ballano anche le tope) ed ora Cameron è alla ricerca di un nuovo “first cat” conservatore sfegatato.

La settimana pop del tg più divertente del mondo era partita comunque con un classico: “un popolo di … mangiatori di gelato” by Massimo Mignanelli. Al salone del gelato di Rimini sono stati presentati i gelati tridimensionali!

La notizia, anzi, lo scoop (non di gelato) è stato talmente dirompente da suscitare l’attenzione della stampa internazionale. Miguel Mora, corrispondente di El Paìs ha ripreso i “helados tridimensionales” nel suo blog “Vaticalia”. Grazie a El Paìs ora la Minzoparade è finita anche in Spagna (con la crisi che hanno è giusto che si divertano anche loro) e agli spagnoli è stato presentato “el amor por las vacas” e la “mirada intensa y el atractivo un poco rudo” del modello greco Paraskevas Boubourakas.

Domenica avevamo appreso da Anna Scafuri che per resistere alle temperature basse dobbiamo mangiare “cibi caldi e sostanziosi, zuppe, minestroni, legumi.” E non è tutto, sentite che prosa scoppiettante: “bello e goloso il risotto con la salamella, corroborante il sugo di carne. Danno calore ed energia anche il pesce, il baccalà alla vicentina con mais biancoperla e i crostacei. Grande classico la pasta e fagioli cremosa ed energizzante”. Questo sarebbe il cibo che serve “a dimenticare l’inverno e ad arrivare alla primavera”. Slurp.

Con i tempi che corrono nel Sultanato di Bunga Bunga cade a fagiolo il servizio di mercoledì 25 by Annapaola Ricci sulla tutela del corpo femminile nella pubblicità. Vista la situazione in cui versa il Sultanato, per difendere il corpo delle donne occorrerebbe l’intervento dei caschi blu dell’Onu. Al Tg di Uno, invece, sperano che basti una nuova legge, un provvedimento che riesca a tutelare le donne da “questo voyeurismo sottile e malsano”. Comunque, niente paura, a combattere contro queste “donne a pezzi, corpi senza testa e curve femminili per vendere automobili” c’é una esperta, il ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna.

La settimana pop si conclude con il maschio italiota disperato. Scapoli ed ammogliati odiano stirare ed Annapaola Ricci profetizza: “Il maschio 2011 dovrà cambiare pelle, alle donne piace meno Casa-nova e più casa-lingo“.

Ed ora la Minzoparade. Tornano nell’Olimpo della nostra classifica i vasetti per la pupù che non riescono però a scalzare i consigli su come difendersi dal freddo: copritevi e non uscite di notte.

Minzoparade Anno II N.4 (22-28 Gennaio 2011, Tg di Uno ore 20)

1. (5) Come difendersi dal freddo: copritevi e non uscite di notte (-)
2. (14) I vasetti per la pupù dei bimbi alla moda (+5)
3. (1) La pizza ultrasottile al salame piccante fa male (New Entry!)
4. (1) Attenzione alla varicella: i bambini piangono perché hanno prurito (New Entry!) – guarda il servizio
5. (1) Arriva la fine del mondo: istruzioni per l’uso (New Entry!)
6. (2) Giù le braghe è moda globale: tutti in mutande nella metro (-4)
7. (2) E’ il rosa caprifoglio, un rosa acceso, vitale e coraggioso il colore del 2011 (-3)
8. (1) L’università del gelato: il gelato ai gusti piccanti per i messicani (New Entry!) – guarda il servizio
9. (2) I cani ci capiscono e capiscono anche i nostri dialetti (-4)
10.(1) Sguardo intenso, fascino ruvido e profilo greco: Paraskevas Boubourakas spopola a Milano (New Entry!) – guarda il servizio

Minzi Caldi (in ordine cronologico, Tg di Uno ore 20)

– Un popolo di mangiatori di gelato: a Rimini arriva il gelato tridimensionale – guarda il servizio
– Tutti i segreti dei pasticceri: non è un lavoro notturno, e, per 1.100 Euro, si comincia solo alle 5 del mattino – guarda il servizio
– Il cibo per resistere alla basse temperature: pasta e fagioli, sugo di carne e salamella – guarda il servizio
– Caccia al topo a Downing Street, si rimpiange Humphrey, il gatto ufficiale conservatore sfegatato – guarda il servizio
– Pubblicità e corpi femminili: Mara Carfagna scatena la lotta contro gli spot di cattivo gusto – guarda il servizio
– Che fanno le volpi a Roma? Escono di notte e si avventurano alla ricerca di cibo – guarda il servizio
– La cerimonia solenne della spremitura del torcolato – guarda il servizio
– Il campionato di cucina a Lione: primo tempo carne, secondo tempo pesce
– Fiocco azzurro in casa Cruz-Berdem: il primogenito è nato in California ed è beautiful
– Italiani casalinghi disperati: oggi i piatti li vuol lavare lui – guarda il servizio
– Gorilla maschio in Gran Bretagna cammina in posizione eretta.
– Al concerto con gli sci: sulle Dolomiti si mangia lo speck con il salamino affumicato – guarda il servizio

La Posta della Minzoparade

Francesca B. ci scrive: “ma la pizza ultrasottile al salame piccante fa male perche’ i cuochi italiani sono un fuoco d’artificio? E se i bambini piangono e’perche’hanno ricevuto in regalo un Mike-sciatore?”
Nina appare tormentata. A lei, infatti, “e’rimasta una grande curiosita’. Cos’altro ha di greco il modello Pareskavas Boubourakas? Non ci dormo la notte”
Sekhmet vota il gelato piccante perche’finalmente si ammette che non solo al nostro Premier piacciono le cose piccanti”.
A Piazza Pulita, infine, piacciono i cani poliglotti anche se “un suo amico in Veneto si e’preso un pastore maremmano perche’capisce solo le bestemmie”.

Scuola Media&Unoleaks

Il Centro Studi Tg di Uno di Vancouver è stato contattato da una talpa di Saxa Rubra che identifichiamo come “Gola Rotonda”. Secondo Gola Rotonda nella redazione pop del Tg di Uno serpeggia il malcontento. Gola Rotonda ci ha anche comunicato in codice il nome e il cognome dell’eminenza grigia della fabbrica delle minzocaramelle: “Pretty The 3rd”.

Per quanto riguarda le bacchettate della nuova rubrica-Scuola Media, la contro-Minzoparade, ecco la lavagna con i buoni e i cattivi aggiornata al 28 gennaio 2011.

Buoni
1.Il Giornale
2. Piero Ostellino

Cattivi
1. L’Unità (2)
2. Annozero (2)
3. Il Fatto (2)
4. La Repubblica
5. Il Secolo d’Italia
6. La Stampa
7. Il Corriere della Sera

Dopo sole 4 puntate di Scuola Media conducono la classifica dei cattivi L’Unità, Annozero e il Fatto che collezionano ben 2 minzobacchettate a testa, anzi a testata.

La parola ora torna al popolo della Minzoparade. Votate i due servizi pop che più vi hanno rallegrato in queste fredde sere d’inverno utilizzando lo spazio per i commenti e non dimenticate di pagare il canone Rai, costa 110,50 Euro ma il divertimento è assicurato.

Il Centro Studi Tg di Uno saluta i 10.000 fans che ci seguono su Facebook e vi lascia, come al solito ai Soliti Ignoti (i fatti della settimana).

A cura di Ernesto Salvi