Guerra a colpi di aspersorio. Una volta nella Bassa di Modena Peppone si scontrava con don Camillo. Oggi la parte del diavolo tocca al Gay Pride, ma come avversario c’è il ministro Lorenzo Fontana. Dopo gli scudo crociati in politica sono arrivati i crociati. Sabato le bandiere arcobaleno si troveranno di fronte i cattolici conservatori […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Roma, “esplosivo del clan per la Raggi”: scorta con l’auto blindata

prev
Articolo Successivo

Procura di Roma spaccata Esposto su Pignatone e Ielo

next