C’è un nuovo aspetto dell’indagine sulla violenza sessuale di gruppo ai danni di una 36enne di Viterbo a opera di due militanti di CasaPound che gli investigatori stanno approfondendo: riguarda le persone che hanno ricevuto sui propri telefoni i tre video e le quattro foto della notte all’Old Manners e che rischiano ora di finire […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

B. incastrato: soldi a Ruby sul conto dell’ex fidanzato

prev
Articolo Successivo

Auschwitz e la banalità di Instagram

next