Tutti contro uno, e uno per tutti. Il domani non muore mai anche per gli Avengers, e la fine sancirà un nuovo inizio: antirazzista e femminista, dopo l’ineluttabile sacrificio. “Parte del viaggio è la fine”, secondo i Marvel Studios, o, per bocca di Tony Stark, “ogni viaggio ha una fine”, ed ecco che dopo undici […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Cortei vietati al fotoreporter schedato ‘S’

prev
Articolo Successivo

La testa perduta di Goya e l’enigma delle “Pitture nere”

next