Buenos Aires 1912: quando la “merce” eravamo noi

Buenos Aires 1912: quando la “merce” eravamo noi

Gli emigranti accettano ciò che sembra inaccettabile e sono le donne a pagare il prezzo più alto. Oggi come ieri. Nel suo ultimo romanzo, da pochi giorni in libreria, Luca Di Fulvio narra la storia di tre giovanissimi di inizio 900, costretti a fuggire a Buenos Aires in cerca di un futuro che costerà loro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.