“Oggi compio 80 anni, ma quel rigore è un dolore che non passa”

Dopo vent’anni il fallo non fischiato che fece perdere lo scudetto all’Inter che allenava (era il ’98) è ancora una ferita aperta
“Oggi compio 80 anni, ma quel rigore è un dolore che non passa”

Dodici promozioni in Serie A, una Coppa Uefa vinta, la Coppa Italia, anni e anni di massima serie, riconoscimenti ovunque, affetto condiviso, eppure a ottant’anni (oggi il suo compleanno: auguri, mister), Gigi Simoni quel sassolino non lo ha ancora tolto dallo scarpino, e alla seconda domanda rispetto alla sua vita-carriera, cambia tono e attacca: “Lo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.