L’attore per un applauso spesso è disposto a giocarsi la madre, Tullio Solenghi a 11 anni sul piatto della vita ha rilanciato con la scuola: “Il primo pubblico sono stati i compagni di classe, il primo copione le imitazioni dei professori, la docente di Fisica la vittima preferita. Un giorno, e come al solito, mi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Pellegrinaggio alla Apple, ma è soltanto un negozio

prev
Articolo Successivo

Thomas, l’ex gregario salito sul tetto di Parigi

next