La sua era un’antica famiglia di cuochi risalente al XVII secolo, lui ha rivoluzionato la cucina del XX secolo. Paul Bocuse, per molti il più grande chef di sempre, se ne è andato ieri – l’11 febbraio avrebbe compiuto 92 anni. Seguendo gli orizzonti spianati da Fernand Point, il padre spirituale della Nouvelle Cuisine, e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Adieu a Paul Bocuse: la Francia perde l’imperatore della zuppa

prev
Articolo Successivo

Congiuntivite

next