Il Ciclone non è solo uno dei suoi film più celebri; il Ciclone è lo stesso Leonardo Pieraccioni quando parla: un profluvio ininterrotto, una battuta, un aneddoto, una battuta dentro a un aneddoto. Ieri. Oggi. Di nuovo ieri. Con una Stella Polare a segnare il suo cammino: la leggerezza, “a quella non rinuncio, anche se […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Non si tratta da molestatore chi è soltanto uno stronzo

prev
Articolo Successivo

Adieu a Paul Bocuse: la Francia perde l’imperatore della zuppa

next