Gli uffici inquirenti della Consob contestarono a Carlo De Benedetti, al suo broker di fiducia Gianluca Bolengo e alla sua società Itermonte Sim di aver commesso un “abuso di informazioni privilegiate” acquistando titoli di banche popolari alla vigilia della riforma del settore. È il cosiddetto insider trading commesso da chi, in possesso di notizie in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La Cattiveria 1101

prev
Articolo Successivo

La versione dei pm: “Ha investito poco, non sapeva segreti”

next