Al momento è una possibilità tra le altre. Ma esiste, e dovremmo cominciare a farci i conti: in un futuro non lontanissimo potremmo scoprire che sulla sponda araba del Mediterraneo ci sono missili con testata atomica puntati contro di noi. E’ accaduto questo: il nucleare iraniano ha sbilanciato l’equilibrio strategico tra la nazione sciita e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Risiko nucleare. La minaccia non arriva solo da Kim

prev
Articolo Successivo

La “società dei fratelli” senza padri che genera terroristi

next