No, no, no, no, no”. Per cinque secche volte, Gianni Canova, critico, giornalista, cinemaniaco di Sky, responsabile della rivista 8½ e direttore artistico di CortoLovere in pista da 19 anni e al via da oggi: “Un piccolo festival di cortometraggi internazionali dal budget inversamente proporzionale alla passione di chi ci lavora” dissente dalla scelta della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Londra, scivola il Ct “trafficone”: cacciato

prev
Articolo Successivo

Johanna, la donna che rese immortale Vincent van Gogh

next