Una data, un evento, un contrasto. Nei prossimi giorni racconteremo i grandi scontri che hanno impegnato pagine di rotocalchi, pellicole, leggende. Che a modo loro hanno segnato un’epoca. Nel 1948, all’apice della sua carriera, Roberto Rossellini abitava nella stanza 515 dell’hotel Excelsior in via Veneto, a Roma. Viveva (litigando) con Anna Magnani, la più grande […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il reduce nero nega il mito di Hollywood

prev
Articolo Successivo

Urla Allah è grande, poi si spoglia e corre nudo per Padova

next