FQ MAgazine

Oscar, migliore attrice: la critica vuole Olivia Colman, il pubblico Lady Gaga e la giustizia Glenn Close

A completare la cinquina, la candidatura da protagoniste per l’absolute beginner messicana Yalitza Aparicio e la pur brava Melissa McCarthy è già un trofeo. La partita è leggermente più aperta fra le interpreti candidate per la statuetta per la the best supporting actress

Oscar, i 90 anni del premio: dalla volta in cui lo presentò Paperino ai grandi esclusi (Kubrick incluso) che non l’hanno mai vinto

Si può vincere l’Oscar senza essere nominati? O a pari merito con un’altra persona? O avendo ricevuto anche il Nobel? Nove curiosità sugli Academy aspettando la notte del 24 febbraio

Oscar 2019, miglior regista: in un mondo ideale dovrebbero vincere tutti i candidati

Due cineasti, Alfonso Cuarón e Pawel Pawlikowski, hanno setacciato i ricordi delle proprie famiglie per rivelarci attraverso drammi esemplari, Spike Lee è tornato a narrare le paradossali aberrazioni del KKK con un film paradigmatico ed esplosivo (BlaKkKlansman) e lo stesso ha fatto Adam McKay mettendo al centro l’anima nera della politica americana (Vice), mentre Yorgos Lanthimos si è spinto fino all'Inghilterra del XVIII secolo per irridere i piccoli/grandi giochi del Potere, peraltro al femminile (The Favourite)

Oscar 2019, chi sarà il miglior attore? Il Freddie Mercury di Rami Malek vincerà a mani basse

Eppure qualcosa non torna. Almeno per noi. Tra i candidati il mimetico Christian Bale, il talentuoso William Dafoe, l'ormai versatile Viggo Mortensen. Ma il nostro preferito è Bradley Cooper

Parlami di te, il cinema francese dovrebbe fare un monumento a Fabrice Luchini

Maschera borghese, apparentemente spocchiosa, interprete di personaggi spesso sofisticati e tignosi, l'attore ha attraversato quasi mezzo secolo di commedie romantiche, film drammatici e film d’essai, e i set, tra gli altri, di Eric Rohmer, Claude Lelouch, François Ozon e Bruno Dumont. E tutte le volte, quando è assoluto protagonista, lascia incredibilmente il segno

Oscar 2019, pioggia candidature a personaggi LGBTQ: da Rami Malek con il suo Freddie Mercury a Olivia Colman, ecco chi sono

Sette i personaggi dichiaratamente gay o bisessuali che vanno a premi, tra cui due che rischiano realmente di vincerlo

Oscar 2019, Roma di Cuaron senza rivali o quasi. Ma c’è lo struggente Cold War di Pawlikowski

In gara l'intimo e sorprendente Un affare di famiglia del maestro giapponese Kore-eda Hirokazu, il libanese Cafarnao di Nadine Labaki e Opera senza autore del tedesco tedesco Florian Henckel von Donnersmarck (già regista dell'indimenticabile Le vite degli altri)

Oscar 2019, miglior colonna sonora originale: il sempiterno Desplat (Isle of dogs) o il neofita Blanchard (Blackkklansman)?

Il nostro favorito è Nicholas Brittell, compositore newyorchese di 38 anni, che con i suoi ieratici e struggenti brani tutti intrisi di archi che vibrano fino nelle viscere in Se Beale Street potesse parlare trascina letteralmente testo e drammaturgia verso una catarsi definitiva. Candidati anche Marc Shaiman (Mary Poppins) e Ludwig Goransson (Black Panther)
×
La Casa di Jack, l’immenso e brutale film di Lars von Trier in sala: ma sarà vietato ai minori di 18 anni
Lars von Trier si racconta a FQMagazine: “Di ogni mio film esiste solo una versione, ed è la mia. L’inferno? È la vita”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×