";

FQ MAgazine

Film in uscita, cosa vedere e cosa no nel weekend delle elezioni e del maltempo (3 e 4 marzo)

LADY BIRD di Greta Gerwig, PUOI BACIARE LO SPOSO di Alessandro Genovesi, QUELLO CHE NON SO DI LEI di Roman Polanski, RED SPARROW di Francis Lawrence. Schede, recensioni e trailer

Oscar 2018, la miglior attrice protagonista: Sally Hawkins, Margot Robbie, Meryl Streep, Saoirse Ronan. Chiunque tranne Frances McDormand

Premio acclamato all’unanimità, premio non sempre meritato. Nelle righe di accompagnamento alle nomination per l’Oscar alla Miglior Attrice Protagonista 2018 (e successivamente in quello dell’Oscar come Miglior Film) si perorerà la causa di qualunque attrice basta che non ci sia l’elogio all’interpretazione di Frances McDormand (già oscarizzata nel 1997 per Fargo) o al triste baraccone visivo di Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Oscar 2018, mai battaglia così aperta per il miglior film straniero: tutti hanno vinto almeno un premio

L’Insulto ha conquistato a Venezia la Coppa Volpi miglior attore a Kamel El Basha; The Square si è aggiudicato la Palma d’Oro e Loveless il Premio della Giuria a Cannes; Corpo e anima ha vinto l'Orso d’oro e Una donna fantastica il premio per la miglior sceneggiatura a Berlino

Oscar 2018, i candidati per le migliori colonne sonore: in pole position Jonny Greenwood dei Radiohead

Ignobilmente tralasciato per le sue acrobazie sonore che accompagnavano Il petroliere (2007) ecco che l’Academy sembra risarcirlo nominandolo per Phantom Thread – Il filo nascosto. Nominati Alexandre Desplat per La Forma dell'Acqua, Hans Zimmer per Dunkirk, John Williams per Star Wars: L’ultimo Jedi, Carter Burwell per Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Oscar 2018, la sfida tra i cinque attori non protagonisti: ma c’è un solo favorito per la statuetta

Sam Rockwell che interpreta l'agente Jason Dixon in Tre manifesti a Ebbing, Missouri è davvero inarrivabile per credibilità e forza scenica. A quanto pare i rivali di questa categoria, Woody Harrelson Willem Dafoe Richard Jenkins e Christopher Plummer, possono mettersi il cuore in pace

Ricomincio da noi, la rinascita di una Lady tradita grazie al ballo e all’amore

In uscita l'8 marzo sale italiane il film di Richard Loncraine, che ha avuto la sua anteprima mondiale al Torino Film Festival nel novembre 2017 con Imelda Staunton e l'impressionante Timothy Spall

Oscar 2018, la sfida tra le attrici non protagoniste: c’è anche la regina dell’R&B Mary J. Blige

Allison Janney in Tonya, Laurie Metcalf in Lady Bird, Lesley Manville ne Il filo nascosto, Octavia Spencer ne La Forma dell’Acqua e Mary J. Blige in Mudbound le sfidanti alla statuetta

Oscar 2018, miglior film animato: ecco perché il favorito non è più Coco

Va bene sarà l’ennesima statuetta per la Disney Pixar. Però, signore e signori, tra i candidati per il miglior lungometraggio d’animazione c’è parecchia classe da vendere: Ferdinand, Loving Vincent, The breadwinner, Baby Boss. Per almeno tre motivi, non tutto è ancora deciso. Proviamo a spiegarvi il perché

Berlinale 2018, Orso d’oro a Touch me not di Adina Pintilie. A Wes Anderson il premio per la miglior regia

Il film della regista rumena indaga le difficoltà di una donna a farsi “toccare” a causa di una remota molestia e tenta di superare i suoi gravi problemi attraverso una terapia “di gruppo”. Nessun premio per i due film italiani in concorso
×
Film in uscita al cinema, cosa vedere e non nel fine settimana del 16 marzo
Cinema, il paradosso: meno spettatori ma più film in sala. Ecco perché è una strana agonia

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×