FQ MAgazine

Festa di Roma, Corleone: ovvero il film dal regista sotto copertura. Brusca intervistato con un cappuccio e guanti

Diviso in due parti (emblematicamente titolate Il potere e il sangue (parte I) e La caduta (parte II) e soprattutto ancora work in progress (“il regista vorrebbe farne un film raccontato esclusivamente dai pentiti” dice la produttrice) mostra per la prima volta i mafiosi stessi a raccontarsi, a raccontare “come la mafia pensa e agisce”

Festa del Cinema, Millennium: The Girl in the Spider’s Web in anteprima mondiale. E Hollywood arriva sul red carpet

Claire Foy, Viggo Mortensen, Sigourney Weaver, John C. Reilly & Steve Coogan: Hollwyood sbarca alla Festa di Roma e lo fa tutta in un solo giorno, o quasi. Scorsese a parte che all’Auditorium Parco della Musica è ormai di casa e lo si può incontrare – anche oggi - passeggiando per i corridoi. Fiore all’occhiello di giornata è stata – comunque - la premiere mondiale del nuovo capitolo della saga di Lisbeth Salander

La donna dello scrittore, Neorealismo che si trascina addosso pathos e senso del racconto come non si vedeva da tempo

Il film diretto dal tedesco Christian Petzold, dal 25 ottobre nelle sale italiane, ha sì l’aria formalmente un po’ retrò, ma è uno di quei film da cui non puoi staccare gli occhi nemmeno un secondo

Pinocchio, sarà un musical d’animazione in stop motion con la regia del premio Oscar Guillermo Del Toro

Un po’ Tim Burton, un po’ sfida a canoni e tradizioni consolidate di entrambi i generi, Del Toro ambienterà le vicende del suo burattino, che ad ogni bugia detta vede il suo naso allungarsi, nell’Italia fascista degli anni ’30. Produce Netflix

Martin Scorsese, premio alla carriera alla Festa di Roma: “Ecco i miei film italiani preferiti. Avete tanti autori in gamba, fateli lavorare”

Alla Festa del cinema nella Capitale, il cineasta newyorkese premiato da un commosso Paolo Taviani. Il regista racconta il suo rapporto con il nostro cinema: "Dall'Accattone a Le notti di Cabiria, ci sono tanti nomi e film che hanno cambiato la mia vita, letteralmente"

Festa del Cinema di Roma 2018, Boy erased e La diseducazione di Cameron Post: l’orrore di volere “guarire” i giovani gay

Due opere che piombano sulla kermesse, in una bizzarra coincidenza distributiva italiana, e che mostrano lo stesso spaccato di sinistra oppressione della “devianza” come fossimo in una rappresentazione pleistocenica dell’identità sessuale. Stato secolarizzato, ma società imbevuta di revivalismo religioso in eccesso, gli Stati Uniti regalano continui ed autentici testacoda socio-culturali che poi negli schermi europei trovano una sorta di sbocco quasi più naturale che nel cosmo bigotto hollywoodiano

Festa del Cinema di Roma, Beautiful Boy e Kursk: due storie vere e grandi prove d’attori

Timothée Chalamet e Steve Carrell diretti nell’opera seconda del belga Felix Van Groeningen (Alabama Monroe). Il danese Thomas Vinterberg ricostruisce la tragedia del sottomarino russo affondato nel mare di Barents nel 2000 con un cast all star Matthias Schoenaerts, Léa Seydoux e Colin Firth

Festa del Cinema di Roma, il comizio di Michael Moore: “Be Italy again! Salvini razzista, bigotto e omofobo”

Tornato alla ribalta con l’energia trascinante che l’ha sempre distinto, il documentarista premio Oscar accompagna la premiere nazionale di Fahrenheit 11/9, radicale e toccante testimonianza dell’America e del mondo nell’era di Trump che sarà nelle dal 22 al 24 ottobre per Lucky Red e prossimamente su La7. È  infatti Corrado Formigli a moderare l’attesissimo incontro/conferenza stampa in una sala sold out
×
Il Gladiatore 2, “Ridley Scott al lavoro sul sequel”: 10 cose che non sapete del primo film
Film in uscita, da Senza Lasciare Traccia a Zombie contro Zombie e Notti Magiche: cosa ci è piaciuto e cosa no

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×