/ di

Anna Maria Pasetti Anna Maria Pasetti

Anna Maria Pasetti

Critico cinematografico

“Cosa farò da grande?” Ancora me lo chiedo. Per questo mi occupo di cinema, il (non)luogo dell’eterna giovinezza e degli apolidi sognatori, come me. Già, perché vivo a Roma dal 2006 ma sono milanese d.o.c. con un punto a capo londinese. (Leggi: perché sono tornata in Italia?). Amo viaggiare, osservare e ascoltare per poi trascriverne su ogni superficie disponibile, e tediare l’umana specie. Sintesi di troppe passioni maturate tra una laurea in lingue & semiotica del cinema a Milano, un master a Londra, ed esperienze professionali d’infinita precarietà. Per fortuna parlo inglese. Su cinema & dintorni mi potete leggere anche su Rolling Stone, Ciak, Vivilcinema, Filmcronache ed altre creature della stampa/critica contemporanea. Da quest’anno seleziono per la Settimana della Critica alla Mostra di Venezia, unica donna tra 4 uomini: mi farò valere. A 4 anni ho visto il mio primo film (non cartoon) al cinema: Lo squalo, una festa per gli occhi innocenti. Lo stesso anno uccidevo un piccione a piazza San Marco. A 16 ho scritto una poesia notturna da un tetto di Edimburgo. A 37 ho pianto a Times Square: probabilmente era il fuso orario. Ah, dimenticavo. L’unica domanda a cui mai risponderò: “qual è il tuo film preferito?”

Di recente uscita i libri Il ministro – L’esercizio dello stato e Apparenze 

Articoli Premium di Anna Maria Pasetti

Cultura - 1 dicembre 2017

Daddy’s Home 2

  Il sequel che celebra il box office. Funziona così, a bigliettoni di milioni di dollari in madrepatria che sortiscono l’obbligo del “secondo capitolo”, e l’effetto domino con uscita in territori dove “il prodotto” non farà il botto. Come in Italia, forse, dove diverse star (Gibson, Ferrell, Whalberg, Lithgow) si palleggiano fra padri, figli, tacchini […]
Italia - 1 dicembre 2017

Asia dopo Weinstein: ostie sataniche

“Grazie per aver partecipato e riportato a noi e con noi la Santa Luce!”. Asia Argento, in veste sacerdotale, chiude con solennità la sua attesissima performance al Torino Film Festival. Diretto dal regista francese amico Bertrand Bonello, Trabalho de Concentraçao, è un oggetto tanto misterioso quanto inquietante, e a cui i lumi della ragione è […]
Cinema - 25 novembre 2017

Torino al femminile

Inaugurato ieri sera, il Torino Film Festival parla al femminile. A decretarlo sono le due anime “organiche” caratterizzanti la 35ª edizione: quella istituzionale e quella più “sovversiva”. Alla prima appartengono naturalmente la direttrice artistica Emanuela Martini e, a monte, la sindaca Chiara Appendino, ma anche la neo presidente del Museo del Cinema Laura Milani, che […]
Cultura - 17 novembre 2017

Se non ti ascolto non è perché sei mio padre

“Dimmi tu cosa devo fare?”, chiedeva il padre. “Stare zitto, ci riesci?”, rispondeva il figlio. Con il film di Francesca Archibugi si chiude la lettera aperta da Michele Serra nel suo Gli sdraiati. E, contestualmente, si scopre un arcano profondo: il peccato originale di libro e film giace tutto nel titolo, anzi forse “solo” nel […]
Cultura - 15 novembre 2017

Vietato fare domande: Asia Argento presenterà solo la sezione AmeriKana

Nessuna intervista o conferenza stampa per Asia Argento, guest director al 35° Torino Film Festival. Meglio prevenire che curare, visti gli scandali recenti, sottintende la direttrice artistica Emanuela Martini, annunciando ieri il programma ufficiale della kermesse sotto la Mole di scena dal 24 novembre al 2 dicembre. “Asia si limiterà a presentare i film della […]
Cultura - 1 novembre 2017

“Non è colpa mia”: Tonya e le altre. Tre donne e un’unica storia violenta

Non è colpa mia. Ripeteva a se stessa Tonya Harding quando la madre la maltrattava, il marito la picchiava e l’America non faceva che sbatterla dalle stelle alle stalle perché gli eroi non possono prescindere da “famiglia e vita decenti”. Tra le più abusate atlete della storia Usa, l’ex pattinatrice è immortalata nel magnifico I, […]
Cultura - 17 ottobre 2017

Dal campo da tennis alla Rete “La guerra dei sessi” continua

Feminazis! Tuonava nei primi anni 90 Rush Limbaugh, conduttore radiofonico conservatore avvalendosi dell’orrido vocabolo coniato dall’amico professore di Diritto Tom Hazlett, anch’egli ultra repubblicano. Nel mare magnum del “caso Weinstein” mancava solo l’accusa di “nazismo femminista” al film La battaglia dei sessi in uscita italiana il 19 ottobre ma presentato personalmente dai registi ieri a […]
Cultura - 13 ottobre 2017

La Wikimania del piccolo mondo antico

C’era una volta il piccolo Davide che – per volere divino – abbatteva il gigante Golia. Storia o leggenda che dir si voglia, resta la preferita da raccontare a chiunque si senta piccolo davanti a un colosso. La meraviglia è che talvolta accade davvero. Ma per rendere meglio il miracolo di cui sopra, serve partire […]
Cultura - 12 ottobre 2017

“L’uomo di neve” si scioglie nelle mani di Michael Fassbender

Tutto è bianco, tutto è neve. Le filastrocche natalizie della nostra infanzia possono, a buon diritto, prevedere l’immaginario che Jo Nesbø ha pennellato a sfondo dei suoi romanzi, talmente best-seller da farli diventare ovvi anche per noi, mediterranei e cromaticamente viziati. E quando tutto si tinge di tanto candore, il Male, che è rosso-sangue e […]
Cinema - 5 ottobre 2017

“120 Battiti al minuto”: il peccato è il silenzio di chi non sa ascoltare

Silenzio uguale morte. È anche questo il motivo per cui i numerosi giovani raccolti in un’aula scolastica parlano ininterrottamente: non si può tacere quando là fuori centinaia di migliaia di persone sono regolarmente uccise dall’Aids. Urgente per quanto datato a inizio anni 90, 120 Battiti al minuto del franco-marocchino Robin Campillo è la più esplicita […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×