Mentre tutta Italia (o quasi) parla del Festival di Sanremo, Ilary Blasi e Francesco Totti continuano la loro battaglia. Che si arricchisce di nuovi dettagli, rivelati da Repubblica. Cosa riguardano? L’assegno di mantenimento. Forse qualcuno ricorderà che ad aprile scorso era stata resa nota la prima decisione provvisoria del giudice del Tribunale di Roma: a Ilary Blasi era andata la mega villa all’EUR e un assegno mensile pari a 12.500€. Ecco, adesso pare che l’ex capitano giallorosso abbia chiesto un ribasso: quasi il 50% in meno. Ma ci sono delle nuove carte che complicano tutto. Sembra, infatti, che il Tribunale abbia acquisito dei documenti in cui viene dimostrato che il Pupone ha speso 3 milioni di euro dal 2020 al 2023. Soldi con destinazione “Principato di Monaco”. Forse per giocare d’azzardo. La domanda che si pongono in molti, allora, è la seguente: perchè Totti chiede uno sconto sul mantenimento e poi spende una cifra così esosa per giocare? Il Tribunale una risposta se la sarebbe già data, ritenendo che non sussistono le condizioni per ottenere lo sconto. Logicamente non è finita qui. Difficile pensare che Totti possa arrendersi. La Giustizia dovrà fare il proprio corso e stabilire con esattezza “cosa spetta a chi”. Una situazione non facile, a cui si aggiunge il peso della notorietà e della spettacolarizzazione di una vicenda di per sé privata. A questo, c’è da dire, hanno contribuito anche i diretti interessati: tra interviste sibilline, docu-film su Netflix e racconti in libreria. Come se non bastasse, c’è anche la questione “tradimenti”. Chi ha tradito per primo? I magistrati stanno ascoltando dei testimoni. Il pupone ha tirato subito in ballo Cristiano Iovino, presunto amante di Ilary Blasi (il ragazzo del caffè, per intenderci). Ma anche Blasi, dal canto suo, sta preparando una risposta a tono. Intanto sui social tutto tace. Dopo la frecciatina di Noemi Bocchi è iniziato uno strano silenzio da parte dei diretti interessati. L’ultimo post della conduttrice risale al 28 gennaio ed è relativo all’intervista rilasciata a Sette. Prima di questo quasi solo promozione: del libro, del doc. E l’ex capitano? Bisogna tornare addirittura al 23 gennaio scorso, ovvero allo scatto con Roger Federer. Insomma: pubblicamente, per il momento, tutto tace. Ma i rispettivi avvocati, si suppone, hanno un gran da fare.

Articolo Precedente

Fabrizio Corona furioso con gli agenti che lo svegliano alle 3 di notte: “In 4 nell’albergo più famoso di Roma per farmi una notifica” – VIDEO

next
Articolo Successivo

“Internet sta per morire”: la teoria complottista “Dead Internet Theory” torna a circolare sui social. Ecco perché ha un fondo di verità

next