Con The Last Post, l’omaggio ai caduti, e due minuti di silenzio osservati nell’abbazia di Westminster e in tutto il Regno Unito, si sono conclusi i funerali solenni di Stato della regina Elisabetta. L’inno “God save the King” è risuonato nelle navate, intonato dal coro e da tutti i presenti in piedi, tra la commozione generale. Re Carlo III, come anche la consorte Camilla e i figli William e Harry, non ha trattenuto le lacrime. Quindi la bara della sovrana, avvolta nello stendardo reale, il Royal Stendard, e con sopra la corona, lo scettro e la sfera d’oro, oltre ad un cuscino di fiori speciali, è stata portata in spalla fuori dalla chiesa, seguita da tutta la famiglia reale in corteo. Si è chiusa così la cerimonia d’addio a Elisabetta II, la regina d’Inghilterra che ha regnato per 70 anni, più di chiunque altro, sul trono del Regno Unito e che è morta l’8 settembre a 96 anni di età.

Quindi, la bara della regina è stata accompagnata in una processione a piedi dall’abbazia di Westminster a Wellington Arch, all’Hyde Park Corner di Londra, mentre in sottofondo il Big Ben suonava 96 rintocchi, uno ogni minuto per ogni anno di vita della sovrana. Poi, una volta a Wellington Arch, la bara è stata trasferita su un nuovo carro funebre per il suo ultimo viaggio al Castello di Windsor, abitato ininterrottamente da 40 monarchi per quasi mille anni e divenuto la casa della Regina Elisabetta durante la pandemia di coronavirus: alle 16 ora locale, la bara è entrata nella Cappella di San Giorgio, dove la regina è stata sepolta al fianco dell’amato Filippo, alla presenza di Re Carlo III e altri membri della famiglia reale. Buckingham Palace non ha voluto rivelare i dettagli di questa cerimonia, strettamente privata, definendola “un’occasione familiare profondamente personale”. Nessun media era presente.

LA DIRETTA ORA PER ORA

22.30 – La regina è stata sepolta a Windsor – La regina è stata sepolta dopo una cerimonia privata a Windsor. È quanto fa sapere la famiglia reale riportata dalla Bbc. Elisabetta II è stata sepolta “insieme al duca di Edimburgo, presso la King George VI Memorial Chapel”. Alla cerimonia di sepoltura hanno partecipato i familiari più stretti.

17.30 – I resti della regina nella Cappella di San Giorgio – Le spoglie della regina Elisabetta hanno raggiunto la cappella di St George, annessa al castello di Windsor, per una breve cerimonia di suffragio officiata dal reverendo David Conner, rettore della complesso religioso locale prima della sepoltura. Dentro ci sono 800 ospiti scelti, fuori – con militari e collaboratori della casa reale – la pony Emma e alcuni cani Welsh Corgie cari a Sua Maestà. Il cerimoniale liturgico finale segue nei dettagli le volontà di Elisabetta: previsto anche il canto d’un inno della tradizione ortodossa, Russian Kontakion of the Departed, scelto dall’amato consorte Filippo per il proprio funerale nel 2021.

16.00 – L’arrivo al castello di Windsor – Il carro funebre con il feretro della regina Elisabetta II è arrivato al castello di Windsor, da quasi mille anni storica residenza reale. Due ali di folla, con migliaia di persone, hanno salutato il passaggio del convoglio, con alcuni che hanno lanciato mazzi di fiori.
Il carro funebre percorre il ‘Long Walk’ del castello in direzione della St. George chapel, con una parata al suono dei colpi di cannone e una campana a morto.
Alle 17 ora italiana vi sarà un servizio funebre di commiato alla St. George Chapel, poi alle 21.30 ora italiana la sovrana verrà sepolta accanto al marito Filippo nella King George VI Chapel, dove riposano i sui genitori e la sorella.

14.50 – Il feretro della regina in viaggio verso Windsor – L’auto funebre con a bordo i resti di Elisabetta II è partita da Wellington Arch in direzione del castello di Windsor al suono delle note dell’inno nazionale britannico, God Save the King. Alla partenza è finalmente esploso un applauso della folla, che in larga parte ha seguito in silenzio il passaggio dell’ultimo corteo del feretro per Londra, durato circa 45 minuti. In questo momento la regina sta lasciando Londra per sempre.

14.00 – Ancora in corso il corteo verso Wellington Arch – È segnato da una folla straripante ma per lo più silenziosa, ai lati della strada, il passaggio simbolico lungo il Mall, il vialone alberato che conduce a Buckingham Palace, dell’ultimo corteo funebre a piedi che accompagna il feretro della regina Elisabetta nell’addio a Londra, dopo il funerale di Stato e prima della sepoltura. La processione ha imboccato a passo lento questo luogo simbolo della capitale britannica e della monarchia, teatro d’infiniti eventi e momenti di passaggio durante i 70 anni del regno da record della sovrana defunta. Tra due ali di folla in attesa da ore dietro le transenne.
Il Mall, pavesato di bandiere dell’Union Jack, come sempre per le maggiori cerimonie reali, è stato raggiunto dopo che il feretro era transitato attraverso il cortile di Horse Guards Parade, nel complesso di St James Palace: cuore della parata di Trooping the Colour, coincisa per decenni con la celebrazione ufficiale dei compleanni di Elisabetta II, a giugno.

13.30 – Agente di polizia sviene fuori da Westminster – Un agente di Scotland Yard in servizio davanti all’abbazia di Westminster è svenuto mentre era in corso la liturgia funebre. Il poliziotto si è subito ripreso ma per precauzione è stato portato via su una barella dai marinai della Royal Navy. Sono migliaia gli agenti e i militari che prendono parte al corteo funebre da poco iniziato e ne garantiscono la sicurezza lungo le strade del centro di Londra.

13.20 – La processione verso Wellington Arch – Terminata la funzione nell’Abbazia di Westminster, il feretro di Elisabetta è stato portato al carro per la processione verso Wellington Arch, Hyde Park Corner, dove arriverà alle 14. Il re e i membri della famiglia reale seguono nuovamente la bara della regina in processione. Il corteo è composto da più gruppi, che includono rappresentanti del Servizio sanitario nazionale, membri della Royal Canadian Mounted Police e distaccamenti delle forze armate del Commonwealth. Il corteo è accompagnato dalle salve sparate ogni minuto ad Hyde Park dalla King’s Troop Royal Horse Artillery, e dalle campane del Big Ben che suonano ogni minuto.

13.05 – Due minuti di silenzio chiudono il funerale della regina – La benedizione dell’assemblea da parte del reverendo David Hoyle ha chiuso il solenne rito religioso del funerale di Stato della regina Elisabetta nell’abbazia di Westminster. E’ seguito uno squillo di trombe, quindi due minuti di silenzio in memoria della sovrana osservati nella chiesa, a Londra e in tutto il Regno e il canto dell’inno nazionale britannico: nella versione riveduta e corretta di God Save the King, in onore del nuovo re Carlo III.

12.45 – L’omelia dell’Arcivescovo di Canterbury – “Raramente una promessa è stata mantenuta così bene”. A dichiararlo è stato l’arcivescovvo di Canterbury, Justin Welby, durante l’omelia della funzione funebre per la regina scomparsa, ricordando l’impegno assunto da Elisabetta il giorno del suo ventunesimo compleanno, quando promise di mettersi al servizio del Regno Unito e del Commonwealth. “Pochi leader – ha proseguito – ricevono le testimonianze di amore che abbiamo visto. Le persone che prestano servizio amorevole sono rare in qualsiasi ambito della vita. I leader sono ancora più rari. Ma in tutti i casi coloro che servono saranno amati e ricordati mentre coloro che si aggrappano al potere e ai privilegi saranno dimenticati. Il dolore di questo giorno – sentito non solo dalla famiglia della defunta regina, ma in tutta la nazione, il Commonwealth e il mondo – deriva dalla sua vita lunga e dalla sua dedizione amorevole”.

12.30 – La premier Truss e il segretario generale del Commonwealth per le letture – È stato il primo ministro Liz Truss a leggere la seconda lettura durante la cerimonia funebre di Elisabetta II. La prima era stata letta dalla Baronessa Scotland, segretario generale del Commonwealth.

12.20 – Carlo con gli occhi lucidi, Edoardo si asciuga le lacrime – Commozione profonda al funerale della regina Elisabetta anche tra i banchi della Royal Family: durante la lettura di un brano della scrittura affidata alla baronessa Patricia Scotland, alta diplomatica britannica e segretaria generale del Commonwealth, si è visto il principe Edoardo, quartogenito della sovrana, asciugarsi vistosamente qualche lacrima dagli occhi con un fazzoletto bianco. Edoardo siede nella primissima fila, al lato del catafalco su cui è appoggiata la bara di sua madre, accanto a re Carlo: il primogenito e successore della sovrana appare fortemente emozionato, come i suoi fratelli, mentre segue assorto il rito, recitando le preghiere e gli inni secondo le indicazioni del libretto della liturgia, con al fianco una non meno commossa regina consorte Camilla.

12.15 – Il discorso del decano di Westminster – “Gratitudine e ammirazione” per la regina. Queste le parole usate dal decano di Westminster, David Hoyle, per ricordare Elisabetta nel funerale in corso nell’abbazia dove si sposò nel 1947 e dove venne incoronata nel 1953. “Con gratitudine ricordiamo il suo impegno incrollabile per una chiamata così alta per tanti anni come regina e capo del Commonwealth – ha detto il decano -. Con gratitudine lodiamo Dio per il suo costante esempio di fede e devozione cristiana. Con ammirazione ricordiamo il suo senso del dovere e la sua dedizione al suo popolo. Con gratitudine lodiamo Dio per il suo costante esempio di fede e devozione cristiana. Con affetto ricordiamo il suo amore per la famiglia e il suo impegno per le cause che le stavano a cuore. Ora, in silenzio, ricordiamo nei nostri cuori e nelle nostre menti i molti motivi di ringraziamento”.

12.00 – Iniziata la cerimonia funebre – Il reverendo David Hoyle ha aperto la liturgia dopo il canto di un primo inno solenne, ricordando con la voce inizialmente incrinata dall’emozione il valore simbolico dell’abbazia di Westminster nella lunga vita di Elisabetta II: che qui fu unita in matrimonio con il principe Filippo ancora da principessa ereditaria nel 1947 (inaugurando quella che sarebbe stata un’unione durata 73 anni); e sempre qui fu incoronata solennemente regina nel giugno del 1953, poco più di un anno dopo essere salita sul trono britannico 26enne alla morte di suo padre, re Giorgio VI: il sovrano legato con Winston Churchill alla vittoria nella Seconda Guerra Mondiale.

11.56 – Il feretro è arrivato a Westminster – Il feretro della regina Elisabetta, portato in spalla da otto granatieri, ha fatto il suo ingresso nell’abbazia di Westminster, dove è iniziata la cerimonia funebre. La bara è stata seguita lungo la navata centrale all’interno dall’abbazia anche dai principini George e Charlotte, bisnipoti della sovrana, unitisi con la regina Camilla e con le altre consorti al corteo – dietro re Carlo, i suoi fratelli e i suoi figli – solo dentro la chiesa.

11.44 – La bara della Regina lascia Westminster Hall – Il feretro della regina Elisabetta è uscito da Westminster Hall in direzione dell’abbazia di Westminster. Sulla bara la corona imperiale, il globo e lo scettro. Il feretro verrà trasportato dal carro porta cannoni della Royal Navy, scortato da 142 marinai.

11.40 – Camilla, Kate e i principini George e Charlotte a Westminster – La regina consorte Camilla ha raggiunto Westminster Hall in auto con la principessa di Galles, Kate e i due primi figli di lei, George e Charlotte.

11.30 – È partito da Buckingham Palace il corteo reale. William in auto con il padre Carlo – Re Carlo III e i figli, William e Harry, sono arrivati a Westminster Hall, da dove partirà il corteo funebre per la regina Elisabetta in direzione dell’abbazia di Westminster. Harry non indossa la divisa militare.

11.20 – Seduto tra i leader anche Mattarella – I leader stranieri, capi di Stato e di governo per ultimi, hanno fatto il loro ingresso nell’abbazia di Westminster circa un’ora prima dell’inizio del rito religioso dei funerali solenni della regina Elisabetta II. Fra loro c’è il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella (accompagnato a Londra dalla figlia Laura), che rappresenta l’Italia alla cerimonia.

11.07 – A Westminster il presidente Usa Joe Biden con la First Lady – Il presidente americano Joe Biden è arrivato all’Abbazia di Westminster insieme alla moglie Jill. Sky News sottolinea che la sua limousine blindata ha subito alcuni ritardi mentre si faceva strada nel traffico londinese. Joe Biden e la moglie avevano incontrato la regina Elisabetta nel giugno dello scorso anno al Castello di Windsor al termine di un viaggio nel Regno Unito per il vertice del G7 in Cornovaglia.

11.00 – Arrivato anche il presidente francese Macron – Emmanuel Macron è arrivato all’Abbazia di Westminster, per la cerimonia funebre di Elisabetta II. Il presidente francese è accompagnato dalla moglie Brigitte.

10.40 – Suonano a morto le campane di Westminster – Le campane dell’Abbazia di Westminster hanno iniziato a suonare per il funerale della regina Elisabetta II. La cerimonia funebre inizierà alle 11 ora locale, le 12 in Italia, e fino ad allora le campane suoneranno ogni minuto per 96 minuti, uno per ogni anno di Elisabetta.

10.30 – Arrivati anche i Middleton – I Middleton, parenti della principessa del Galles Kate, sono arrivati all’Abbazia di Westminster: i genitori di Kate, Carole e Michael, hanno preso posto tra i banchi.

10.20 – Arrivato a Westminister il figlio di Camilla – La famiglia della regina consorte Camilla è arrivata all’Abbazia di Westminster per i funerali della regina Elisabetta: tra loro anche il figlio di Camilla, Tom Parker Bowles, insieme ai membri della sua famiglia.

10.00 – “Elisabetta mi ha insegnato a essere premier e madre” – “Vai avanti”. Questo il miglior consiglio che la regina Elisabetta ha dato alla premier della Nuova Zelanda Jacinda Ardern, che si era rivolta a lei per chiederle come poter conciliare i doveri derivati dal guidare un Paese e dall’essere una buona madre. A Londra per partecipare ai funerali di Elisabetta, Ardern ricorda il primo incontro con la sovrana nel 2018, quando era neo premier e incinta della figlia Neve: “Pensavo a come essere il nuovo primo ministro e una mamma. Avevo pensato a leader che si erano trovati in quella posizione, ma ce n’erano così pochi a cui guardare”, ha detto alla Bbc. Di qui la decisione di rivolgersi alla regina Elisabetta per chiederle: “Come ci è riuscita?”. Ardern ricorda ancora che “lei ha detto semplicemente: ‘Beh, vai avanti e basta’. E questo era probabilmente il consiglio migliore e più concreto che potesse darmi”.

09.45 – Re Carlo: “Toccati dal tributo a mia madre” – Re Carlo III ha rivolto stasera un grazie, anche a nome della regina consorte Camilla, per gli atti di omaggio e le testimonianze di “rispetto verso lo spirito di servizio della mia cara madre” manifestati in questi 10 giorni nelle 4 nazioni del Regno Unito e nel mondo. “Mentre ci prepariamo al nostro ultimo saluto – scrive Carlo in relazione al funerale di domani della regina Elisabetta e mentre si chiudono gli accessi alla camera ardente di Westminster Hall – voglio semplicemente ringraziare tutte le innumerevoli persone che sono state così tanto di sostegno e conforto a me e alla mia Famiglia in questo tempo di dolore”.

09.30 – Arcivescovo di Canterbury: “Preghiamo per la Famiglia reale” – “Preghiamo per la Famiglia Reale che oggi si riunisce per affidare Sua Maestà la Regina Elisabetta II nelle mani del nostro amato e fedele Dio”. Lo chiede su Twitter l’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby. “Ci riuniamo – scrive – per rendere grazie per una vita lunga, vissuta al servizio del suo popolo e del suo Salvatore, Gesù Cristo”.

09.15 – Chiusa per lutto la Borsa di Londra – La Borsa di Londra resta chiusa per lutto nel giorno in cui si celebrano i funerali della Regina Elisabetta: “Il giorno del funerale di Sua Maestà la Regina, la Borsa di Londra resta chiusa alle negoziazioni”, si legge in una nota. I mercati di altri Paesi del Commonwealth prevedono invece di ricordare la morte della monarca chiudendo nei prossimi giorni. In Canada, ad esempio, dove la Regina era capo di Stato, il governo ha dichiarato per oggi una festa federale in occasione del funerale, ma la Borsa di Toronto continuerà a operare normalmente. In Australia oggi sarà un normale giorno lavorativo, ma il primo ministro Anthony Albanese ha annunciato che giovedì 22 settembre gli australiani avranno un giorno festivo. E quel giorno l’Australian Securities Exchange di Sydney sarà chiuso. Il giorno festivo della Nuova Zelanda sarà lunedì 26 settembre, quando la borsa sarà chiusa.

09.00 – Buckingham Palace diffonde ritratto inedito di Elisabetta II – Un nuovo ritratto inedito della Regina è stato rilasciato da Buckingham Palace alla vigilia del suo funerale: la foto, scattata a maggio prima delle celebrazioni del Giubileo di platino, mostra la monarca sorridente al Castello di Windsor. Elisabetta indossa la sua collana di perle a tre fili preferita, orecchini di perle e la spilla con acquamarina e diamanti regalo per il 18° compleanno, nel 1944, di suo padre Giorgio VI. L’immagine è stata scattata dal fotografo Ranald Mackechnie, lo stesso che ha anche realizzato il ritratto della sovrana per il Giubileo.

Articolo in aggiornamento

Articolo Precedente

Regina Elisabetta, anche i principini George e Charlotte ai funerali della bisnonna

next