Al Red Bull Ring va in scena il 12esimo appuntamento della stagione di MotoGp. Il circuito austriaco dopo aver ospitato qualche settima fa la Formula 1 ora si prepara ad accogliere il Motomondiale. I commissari di gara hanno operato una modifica importante al tracciato: il rettilineo è stato spezzato con l’inserimento di una chicane per ragioni di sicurezza. Francesco Bagnaia arriva all’appuntamento fresco di due vittorie consecutive. Il romagnolo vuole continuare la rincorsa al primo posto in classifica piloti occupato da Fabio Quartararo. L’italiano è terzo a 49 punti di distanza dal francese. La Ducati, inoltre, ha dimostrato di essere molto veloce e storicamente la pista di Spielberg favorisce la casa di Borgo Panigale. Qui nel 2019 Andrea Dovizioso compì il capolavoro superando Marc Marquez all’ultima curva. Dal canto suo Quartararo è in cerca di riscatto dopo l’ottavo posto di Silverstone con la minaccia Aleix Espargaró, secondo nella generale a 22 lunghezze. Il Gran Premio d’Austria è trasmesso in diretta esclusiva su Sky Sport MotoGP e Sky Sport 1 e in streaming su NOW, in differita su TV8. Ecco gli orari.

Il programma del Gran Premio d’Austria

Sabato 20 agosto – Palinsesto Sky (dirette)

Prove libere 3 Moto3: ore 8.55

Prove libere 3 MotoGP: ore 9.50

Prove libere 3 Moto2: ore 10.50

Qualifiche Moto3: ore 12.30

Prove libere 4 MotoGP: ore 13.30

Qualifiche MotoGP: ore 14.10

Qualifiche Moto2: ore 15.10

TV8 (Differite)

Sintesi qualifiche Moto3, MotoGP e Moto2: ore 15.30

Domenica 21 agosto – Palinsesto Sky (dirette)

Warm up Moto3, Moto2, MotoGP: ore 8.55

Gara Moto3: ore 11

Gara Moto2: ore 12.20

Gara MotoGP: ore 14

TV8 (Differite)

Gara Moto: ore 14

Gara Moto2: ore 15.15

Gara MotoGP: ore 17

Classifica piloti MotoGP
1. Quartararo (Yamaha) 180, 2. Aleix Espargaro (Aprilia) 158, 3. Bagnaia (Ducati) 131, 4. Bastianini (Gresini Racing) 118, 5. Zarco (Pramac Racing) 114, 6. Miller (Ducati) 107, 7. Binder (KTM) 98, 8. Rins (Suzuki) 84, 9. Vinales (Aprilia) 82, 10. Oliveira (KTM) 81, 11. Martin (Pramac Racing) 81, 12. Mir (Suzuki) 77, 13. Bezzecchi (VR46 Racing Team) 61, 14. Marc Marquez (Honda) 60, 15. Marini (VR46 Racing Team) 56, 16. Nakagami (LCR Honda) 45, 17. Pol Espargaro (Honda) 42, 18. Alex Marquez (LCR Honda) 27, 19. Morbidelli (Yamaha) 26, 20. Di Giannantonio (Gresini Racing) 18, 21. Dovizioso (WithU Yamaha9 10, 22. Binder (WithU Yamaha) 10, 23. Gardner (Tech 3 KTM) 9, 24. Fernandez (Tech 3 KTM) 5, 25. Pirro (Aruba.it Racing) 0, 26. Savadori (Aprilia) 0, 27. Bradl (Honda) 0.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

MotoGp Gran Bretagna, Bagnaia trionfa a Silverstone: ora può sognare il Mondiale. Vinales ritrovato: rimonta e chiude secondo

next
Articolo Successivo

MotoGp, Bagnaia non si ferma più: in Austria il terzo successo consecutivo per il pilota della Ducati

next