Di Ambra Angiolini si dice spesso, a ogni fase della sua vita privata, che è rinata. E la cosa non sembra dispiacerle: “Mi piace essere raccontata come una che sa rinascere dalle sue ceneri, più che altro sentimentali”. La rinascita più difficile, come si può immaginare, è stata per lei quella dopo la rottura con Francesco Renga. Ne parla in una lunga intervista concessa a Vanity Fair: “Io non ho bisogno per forza di un amore per stare bene, né la fine di un amore per stare male. L’unico vero fallimento che riconosco è la fine del rapporto con Francesco, il padre dei miei figli. Dopo la rottura della mia famiglia sono caduta in depressione, finita nella fogna delle fogne, ed era giusto che ci finissi, perché era il passaggio dell’elaborazione di un lutto enorme. Solo da quella cosa ho dovuto risorgere, per tutto il resto non c’è nessuna resurrezione”. Oggi l’attrice e showgirl fa sapere: “In questo momento il cuore mi batte a prescindere. Sono felice e mi diverto senza pensare al grande amore. E questo non mi sembra un delitto”.

Intanto il pubblico la ritroverà ben presto in tv. Ambra è infatti uno dei quattro giudici della nuova edizione di X Factor al via il 15 settembre su Sky Uno. La fase dei casting è già stata registrata, ecco perché la Angiolini inizia a fare un primo, parziale bilancio di questa avventura: “[…] Mi sa che è una cosa che mi sta cambiando. Lo so che è una frase abusata […] ma ho la forte sensazione che sia proprio così. È una delle cose più entusiasmanti e terrorizzanti che abbia mai fatto. Mi sono sentita idiota, intelligentissima, in crisi per dover dire un ‘no’“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

È morto Wolfgang Petersen, addio al regista di “Troy” e “La storia infinita”

next
Articolo Successivo

“Soffro di complessi problemi di salute mentale”: Ezra Miller va in terapia e si scusa per i suoi comportamenti violenti

next