A partire dalla stagione 2022-2023, le persone transgender e non-binarie potranno scegliere se iscriversi a tornei di calcio maschili o femminili. La novità arriva dalla Germania e, al momento, riguarderà le categorie giovanili, il futsal e il livello amatoriale. La nuova norma ancora non è aperta al professionismo, ma in futuro potrebbe essere estesa a tutti i campionati, anche la Bundesliga. La Federcalcio tedesca sarà inflessibile nel vigilare, attraverso ufficiali antiviolenza e antidiscriminazione, che i diritti di chi vuole competere vengano rispettati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Biliardino day: l’evento “contro l’eccesso e l’abuso di burocrazia e fiscalità”, alla faccia delle rassicurazioni delle Dogane

next
Articolo Successivo

“Padel il trionfo delle pippe? In tre anni supererà i tesserati del tennis”: il presidente federale risponde a Pietrangeli

next