Charles Leclerc conquista la pole position del Gp dell’Azerbaigian sul circuito cittadino di Baku. Il monegasco della Ferrari gira in 1’41″359 precedendo le due Red Bull del messicano Sergio Perez (1’41″641) e dell’olandese Max Verstappen (1’41″706) e l’altra Rossa dello spagnolo Carlos Sainz (1’41″814). Il leader del mondiale si è fatto sorprendere da Leclerc ma anche dal suo compagno di squadra: quindi sarà costretto alla rimonta dalla seconda fila.

“Mi è sembrato un bel giro, ovviamente tutte le pole sono belle ma questa non me l’aspettavo, pensavo che la Red Bull fosse più forte qui. Sono entusiasta per domani, ci saranno dei punti difficili e la gestione delle gomme sarà importante. A livello di passo gara gara siamo cresciuti”, ha commentato il monegasco della Ferrari dopo aver conquistato la sesta pole stagionale e la 15esima in carriera.

Quinto tempo per il britannico della Mercedes George Russell (1’42″712) che si lascia alle spalle il francese dell’Alpha Tauri Pierre Gasly (1’42″845) e il connazionale e compagno di squadra Lewis Hamilton (1’42″924). A completare la top ten il tedesco dell’Aston Martin Sebastian Vettel (1’43″091), lo spagnolo dell’Alpine Fernando Alonso (1’43″173) e il giapponese dell’Apha Tauri Yuki Tsunoda (1’43″705).

Il resto della griglia di partenza: Lando Norris e Daniel Ricciardo su McLaren, Esteban Ocon, le due Alfa Romeo di Guanyou Zhou e Valtteri Bottas. Sedicesimo Kevin Magnussen, poi Alexander Albon, Nicholas Latifi, Lance Stroll e ultimo Mick Schumacher.

Classifica Piloti
Verstappen 125, Leclerc 116, Pérez 110, Russell 84, Sainz 83, Hamilton 50, Norris 48, Bottas 40, Ocon 30, Magnussen 15, Ricciardo 11, Tsunoda 11, Alonso 10, Gasly 6, Vettel 5, Albon 3, Stroll 2, Zhou 1, Latifi-Schumacher 0.

Classifica Costruttori
Red Bull 235, Ferrari 199, Mercedes 134, McLaren 59, Alfa Romeo 41, Alpine 40, AlphaTauri 17, Haas 15, Aston Martin 7, Williams 3.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

F1, Gp di Baku: Red Bull-Ferrari, chi è la favorita? Iniziative Lgbt, Vettel: “Finalmente oggi un pilota gay sarebbe benvenuto”

next