Il portiere del Londra hotel di Alessandria è stato trovato morto questa notte nella hall, in una pozza di sangue: un passante ha notato il corpo, riverso per terra davanti alla reception, e ha dato l’allarme intorno all’1.30. La vittima si chiamava Alberto Faravelli, aveva 69 anni e stava per andare in pensione. Sull’omicidio indagano i carabinieri del comando provinciale di Alessandria, che hanno fermato un uomo dopo averlo ascoltato in caserma per alcune ore. Il sospettato avrebbe “fatto le prime ammissioni” sul caso: si tratta di un 46enne senza fissa dimora, di cui non sono ancora note le generalità.

Stando alla prima ricostruzione dei militari dell’Arma, che hanno sequestrato le immagini delle telecamere di videosorveglianza, il portiere sarebbe stato ucciso con un corpo contundente al culmine di una violenta aggressione: potrebbe trattarsi di una rapina finita male. Situato in corso Cavallotti, l’hotel Londra venne fondato a fine Ottocento, nel periodo della Belle Epoque e all’inizio del Novecento fu tra i primi ad essere dotato di telefono. “Abbiamo visto il portiere intorno alle 22.30, al rientro da cena, poi non abbiamo sentito nulla – dice una coppia che soggiorna nell’albergo – Non sappiamo davvero che cosa sia accaduto, è terribile…”. La vittima abitava a Tortona. L’uomo viveva da solo da quando, lo scorso Natale, era morta l’anziana madre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Udine, anziana uccisa a coltellate: fermato un vicino di casa. Era evaso dai domiciliari

next
Articolo Successivo

Treviso, poliziotto ubriaco al volante travolge e uccide un 17enne in scooter: arrestato

next