Ha voluto emulare la gag di Silvio Berlusconi, quando, ospite di Michele Santoro nel suo “Servizio Pubblico” il 10 gennaio 2013, pulì con il fazzolettino la sedia sulla quale era seduto Marco Travaglio. Si tratta dello scrittore americano Alan Friedman che, intervenuto nel talk show politico “L’aria che tira” (La7), ha voluto inscenare un copione simile per esprimere la sua non eccelsa ammirazione per l’ex presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, “spolverando” la sedia su cui era seduto fino a qualche minuto prima.
C’è una piccola differenza tra il vecchio gesto di Berlusconi e la scenetta che Friedman ha voluto imitare: nel 2013 la “vittima” della canzonatura, cioè Travaglio, era presente, stavolta Conte no.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Guerra in Ucraina, Bersani a La7: “Sconfiggere una potenza atomica è un ossimoro, non ci sono vincitori e vinti. Draghi chiarisca in Parlamento”

next
Articolo Successivo

La7, lite Friedman-Di Battista. “Lei amico di Chàvez”. “Mai conosciuto. Abbia rispetto, con sedia di Conte ha fatto una scenata ridicola”

next