Pecco Bagnaia ha conquistato la pole del Gp di Spagna a Jerez, sesta prova del Mondiale Motogp. Il pilota della Ducati, con il tempo di 1’36″170 – nuovo record della pista, di quasi mezzo secondo più veloce di quello di Vinales che resisteva dal 2020 – ha preceduto di 453 millesimi la Yamaha del francese campione del Mondo, Fabio Quartararo. Terzo posto e prima fila in griglia per Aleix Espargaro con l’Aprilia. Quarto tempo per Jack Miler, con l’altra Ducati che precede la Honda di Marc Marquez, evidentemente poco a suo agio negli ultimi due giorni ma abile a sfruttare le scie proprio delle Ducati nel giro lanciato. A chiudere la top ten Zarco, Nakagami, Bezzecchi, Mir e Martin. Undicesimo Enea Bastianini, caduto nel Q2, che precede l’ex detentore del record, Maverick Vinales che nelle Q2, dopo le ottime libere del sabato mattina, ha per due volte dovuto chiudere il gas e perdere il giro per effetto delle cadute di Martin e Bastianini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

MotoGp, Quartararo vince in Portogallo e si prende la leadership del mondiale. Cade Bastianini, rimonta Bagnaia

next
Articolo Successivo

MotoGp, a Jerez torna Bagnaia: Ducati prima davanti alla Yamaha di Quartararo e l’Aprilia di Espargaro

next