Sarà Tommaso Petroni, maggior generale dell’Esercito, a prendere il posto di Francesco Paolo Figliuolo nell’organizzazione della campagna vaccinale. Il militare entrerà in servizio dal 1° aprile e ricoprirà la carità di direttore dell’Unità per il completamento della campagna vaccinale e per l’adozione di altre misure di contrasto alla pandemia. Il presidente del Consiglio Mario Draghi lo ha nominato firmato un Dpcm che ‘promuove’ Petroni, da circa un anno a capo dell’area logistico-operativo della Struttura commissariale diretta da Figliuolo. Struttura che verrà ‘smontata’ con la fine dello stato di emergenza, in scadenza domani.

Sessanta anni, originario di Canosa di Puglia, Petroni si è arruolato nell’Esercito nel 1981. Ha ricoperto vari incarichi di comando ed ha prestato servizio in missioni in Kurdistan, Somalia e Kosovo oltre che al quartier generale della Nato a Valencia. Dall’ottobre 2018 ad aprile 2021, il maggior generale ha svolto gli incarichi di capo reparto Trasporti e capo reparto Materiali occupandosi della gestione di tutti i trasporti nazionali ed internazionali a supporto di Enti e Reparti dell’Esercito italiano.

L’Unità guidata da Petroni sarà composta da una parte del personale della struttura di supporto alle attività del Commissario straordinario per l’emergenza Covid e da personale in servizio al ministero della Salute. Le funzioni vicarie del Direttore dell’Unità sono attribuite a Giovanni Leonardi, dirigente del ministero della Salute.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trieste, 90enne trovata mummificata in casa dai funzionari INPS. “Deceduta da diversi anni. Sul tavolo prodotti scaduti nel 2018”

next
Articolo Successivo

Venezia, Mose senza manutenzione: paratoie coperte di alghe e molluschi. Le immagini del sopralluogo della Finanza

next