Lanciato sul mercato italiano nell’autunno 2021, il Motorola Edge20 è uno smartphone di fascia medio-alta che punta molto sul suo display OLED e sulle sue linee.

Partendo proprio dal design, l’Edge 20 ci ha colpito grazie a linee diverse da quelle a cui il mercato ci ha abituato durante lo scorso anno. A differenza della scorsa generazione, su questo smartphone Motorola ha abbandonato il display con bordi curvi adottando una sagoma “spigolosa” sui bordi laterali, presentandosi quasi come un parallelepipedo, con una copertura completamente piatta sia all’anteriore che al posteriore (interrotto solo dall’abbastanza vistoso modulo fotografico), che enfatizza lo spessore ridotto -se pur di poco- rispetto ai concorrenti, con gli angoli stondati con un raggio non eccessivo. Grazie alle sue linee più dure, l’Edge 20 risulta a nostro parere elegante nella sua colorazione Frosted Grey, l’unico difetto su questo versante è la semplicità con cui la cover posteriore accumula i segni delle ditate.

Il vero fiore all’occhiello del Motorola Edge20 però è il suo display OLED da 6,7″ a 144Hz, capace di offrire dei colori molto definiti grazie alla certificazione HDR10+ ed il supporto allo spazio colore DCI-P3, supportando agevolmente qualsia tipologia di contenuto. La sua capacità di rappresentare i neri, inoltre, è di ulteriore supporto al design, rendendo indistinguibile il nero riprodotto dal display e quello delle sottili cornici (ad esempio con lo sfondo predefinito), dando quasi l’illusione che il display arrivi fino ai bordi. Sul versante audio l’Edge 20 può contare su un singolo speaker, mentre per le cuffie bisogna usare o il bluetooth o l’adattatore usb-c (viene fornito nella confezione).

Sul versante prestazionale l’Edge 20 fa un buon lavoro, grazie al SoC Snapdragon 778G ed 8GB di RAM, infatti, lo smartphone di Motorola riesce a destreggiarsi bene in tutti i campi d’applicazione, dalla messaggistica e social al gaming, senza mai mostrare segni di sofferenza. La batteria da 4000mAh, se pur di dimensioni ridotte rispetto a telefoni della medesima fascia di prezzo, riesce tranquillamente a garantire più una giornata piena di utilizzo, con la possibilità, grazie al caricatore da 30W abbinato allo smartphone, di avere con soli 10-15 minuti di ricarica oltre 6-7 ore di autonomia aggiuntive.

Il Motorola Edge20 arriva equipaggiato con un sistema fotografico a triplacamera, con un sensore principale da 108MP (con tecnologia QuadPixel), un sensore da 8MP con lente tele 3X ed un sensore da 16MP con lente grandangolare (utilizzata anche per le Macro), capace -soprattutto il sensore principale- di offrire buoni scatti in condizioni di luce ideale, ma con qualche piccola pecca dal tramonto in poi. All’anteriore, in un piccolo foro sul display, è presente una fotocamera selfie da 32MP con supporto alla tecnologia QuadPixel, in grado di scattare autoritratti con una buona qualità.

Per quanto riguarda il software, l’Edge20 arriva con a bordo Android 11 in una versione quasi pura -come da tradizione di Motorola- che garantisce un’esperienza d’uso molto scattante e fluida, vedendo aggiunto il pacchetto MyUX che comprende lo storico sistema di gesture Moto Action (tra cui l’attivazione della torcia scuotendo il telefono come un martello, e l’attivazione della fotocamera ruotando il polso) ed il sistema di protezione dei dati ThinkShield for Mobile.

Nel complesso il Motorola Edge20 è un ottimo smartphone per la sua fascia di mercato (nel momento in cui scriviamo si trova online a poco più di 350€), grazie ad un design a nostro parere molto interessante, un peso inferiore alla media (163g) e l’ottimo display che lo rende un buon compagno per chi utilizza il proprio telefono per guardare film e serie tv; unica pecca su quest’ultimo versante è l’assenza di un sistema di speaker stereo che darebbe allo smartphone di Motorola una marcia in più.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il Metaverso ha conseguenze epocali: nel turismo riscrive il concetto di ospitalità

next
Articolo Successivo

Huawei presenta la sua nuova generazione di device: in arrivo P50 Pro, P50 Pocket ed il Watch GT Runner

next