Partita Dart, la prima missione per tentare di deviare un asteroide. È stata lanciata alle 7.20 italiane dalla base di Vandenberg in California a bordo di un razzo Falcon 9 e ora inizierà il suo lungo viaggio di oltre 10 milioni di chilometri, in 11 mesi, per colpire e deviare un asteroide di 170 metri di diametro. Dart (Double Asteroid Redirection Test) sarà un banco di prova per valutare la nostra capacità di deviare un asteroide potenzialmente pericoloso. A bordo c’à anche l’Italia con LiciaCube, un microsatellite “fotoreporter” che dovrà filmare l’impatto per valutarne la riuscita.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Asteroidi, partita la prima missione Nasa per dirottarne uno. Sul Falcon 9 c’è anche un microsatellite italiano

next
Articolo Successivo

Palù: “Se Ema anticipa decisione sul vaccino per i bambini dai 5 agli 11 anni, in Italia verosimile via libera di Aifa lunedì”

next