Una copia del “L’ultima Leonessa. La vita di Giulia Florio, mia madre”, è stata donata dal figlio dell’autrice Costanza Afan de Rivera, al curatore del museo Alfa Romeo di Arese. E’ la storia di parte della gloriosa epopea dei Florio vista dagli occhi di Giulia, l’ultima della dinastia a lasciare questa terra. Oltre ad avere il sangue Florio nelle vene, Costanza condivideva con lo zio Vincenzo, il creatore dell’omonima e famosa Targa, l’amore e la passione per le auto. Con la consegna del libro nelle mani del curatore del museo, Lorenzo Ardizio, si corona il desiderio dell’autrice scomparsa poco dopo la sua pubblicazione. In esso, sono narrate le vicende della famiglia Florio, che resero grandi Palermo e la Sicilia nel mondo, attraverso gli occhi di Giulia, la figlia minore di Ignazio Florio Jr. e Franca Florio, passando dai fasti della Belle Époque all’epopea sportiva della Targa, fino a narrare del coraggio con cui venne affrontato il criminale nazista Herbert Kappler per salvare la vita a molte famiglie ebree.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Corvette Z06, ecco la “Vette” che fa l’occhiolino alle Ferrari

next
Articolo Successivo

Helbiz e ITA Airways insieme per la mobilità intermodale

next