“La sinistra deve sapere che c’è una nuova maggioranza in Parlamento. Ne tenga conto anche in vista dell’elezione del Capo dello Stato“. Dopo il voto in Senato che ha affossato il ddl Zan, il senatore di Fratelli d’Italia, Ignazio La Russa, guarda già oltre e, numeri alla mano, pensa già alle possibili ripercussioni nella scelta del successore di Mattarella al Quirinale. “Abbiamo chiesto il voto segreto per consentire a chi nel centrosinistra era contrario, di poter esprimere il suo voto senza problemi. Con un colpo solo abbiamo ricompattato il centrodestra e abbiamo reso liberi dalle scelte dei capi i parlamentari” ha aggiunto

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

No Green Pass, Sala: “Su Telegram parlano di decapitarmi. Pubblicati mail e cellulare dopo i titoli di due giornali, querelerò”. Si indaga su chat

next
Articolo Successivo

Ddl Zan affossato in Senato, il deputato dem: “Pagina nera per la democrazia”. Poi attacca Italia Viva: “Si è sfilata per flirtare con la destra”

next