Dopo averla chiesta alla Food and drug administration Pfizer-BioNTech hanno trasmesso all’Agenzia europea dei farmaci i risultati dei test clinici condotti con il vaccino da loro sviluppato sui bambini tra i 5 e gli 11 anni al fine di ottenere il via libera al suo utilizzo. Al momento nessun vaccino è stato autorizzato per questa fascia di età. Solo nell’isola di Cuba è iniziata la campagna di vaccinazione dei bambini dai due anni in su.

L’alleanza Pfizer-BioNTech ha già chiesto un’analoga autorizzazione alle autorità sanitarie statunitensi dopo aver annunciato che il vaccino era stato ben tollerato dai bambini in fase di test dando una risposta immunitaria ‘robusta’ e comparabile a quella osservata per i soggetti della fascia d’età compresa tra i 16 e i 25 anni. Circa 28 milioni di bambini tra i 5 e gli 11 anni potrebbero avere la possibilità di essere vaccinati entro qualche settimana se l’Ema dovesse dare il suo via libera. I test, secondo quanto reso noto, sono stati effettuati su un campione di 2300 bambini. In Israele i bambini dai 5 agli 11 anni che rischiano complicazioni gravi possono essere vaccinati dal primo agosto scorso con il siero Pfizer-BioNTech in seguito a una autorizzazione speciale rilasciata dalle autorità sanitarie nazionali.

Quasi tutti gli esperti – immunologi e virologi in primis – ritengono la vaccinazione di massa l’unico strumento per arginare e magari un giorno eradicare il Covid. Ma allo stesso tempo si sottolinea l’importanza di ampliare la casistica presentata da Pfizer per valutare l’efficacia del composto che, con un dosaggio inferiore, sarà destinato ai più piccoli. Bisognerà comunque attendere i dati clinici. Perché se è vero che la casa farmaceutica statunitense ha prodotto dati sulla non tossicità e sulla immunogenicità (ovvero la capacità di indurre una risposta immunitaraia) di Comirnaty (appunto il vaccino Pfizer-Biontech), allo stesso tempo non sono ancora disponibili dati sulla efficacia che sono necessari per l’immissione in commercio e la relativa autorizzazione. È con questi dati che stato chiesto il via libera. Bisogna ricordare che la Fda lo scorso 23 settembre aveva dato il via libera alla terza dose solo per gli over 65 anni e i soggetti a rischio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, 2.732 nuovi positivi e 42 morti. Effetto Green pass: oltre 500mila tamponi in 24 ore, mai così tanti

next
Articolo Successivo

Green pass al lavoro, a Venezia un solo manifestante fra i 180 portuali: gli altri sono tutti in servizio. Regolare la circolazione

next