“La stima del rimbalzo del Pil al 6% non nasce oggi, le basi sono state poste con le nostre misure”. Così il leader del Movimento cinque stelle Giuseppe Conte ad Accordi&Disaccordi, il talk politico condotto da Luca Sommi e Andrea Scanzi, con la partecipazione di Marco Travaglio, in onda su Nove ha commentato le cifre presentate dal presidente del Consiglio Mario Draghi durante la conferenza stampa sulla Nota di aggiornamento al Def approvata mercoledì dal consiglio dei ministri. “C’è una continuità anche in termini di politica economica, sociale, che io ritengo assolutamente positiva – ha detto l’ex premier – Che poi ci siano dei pezzi di establishment che siano particolarmente esaltati da questo nuovo governo, questo è legittimo, ci sta – ha proseguito – Insomma io non ho mai pensato di governare lusingando e venendo a patti con gruppi, pezzi di establishment. So che non ho goduto dei loro favori e me ne sono sempre fatto una ragione”, ha concluso il presidente del M5S.

‘Accordi&Disaccordi’ è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile in live streaming e successivamente on demand sul nuovo servizio streaming discovery+ nonché su sito, app e smart tv di TvLoft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scontro Mughini-Scanzi ad Accordi&Disaccordi: “Merito di Renzi aver fatto cadere Conte”. “Chieda scusa per i rapporti con Bin Salman”

next
Articolo Successivo

Marco Travaglio ad Accordi&Disaccordi (Nove): “Gli imprenditori applaudono Draghi perché hanno contribuito a buttare giù Conte”

next