I morti sul lavoro “sono i numeri di una strage, di una situazione di emergenza drammatica che va affrontata: un punto è quello di mettere gli ispettori nelle condizioni di agire e le imprese che non sono in regola e non rispettano la sicurezza non devono continuare a produrre fino a quando non si sono rimesse in regola”. Lo afferma il segretario della Cgil, Maurizio Landini a margine della celebrazione per i 130 anni della Camera del lavoro di Milano, dopo i due morti all’Ospedale Humanitas di Pieve Emanuele. Una strage senza fine. Ai due operai dell’ospedale infatti, si sono aggiunte altre 7 vittime sul lavoro nel giro di poche ore. “Credo che questo debba diventare un obiettivo comune, anche con un provvedimento legislativo”, aggiunge Landini

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili