Diverse persone sono state picchiate dalla polizia fuori dal quartier generale del governo bulgaro mentre partecipavano a una protesta il 10 luglio 2020. Secondo le riprese delle telecamere della polizia recentemente rivelate in parlamento, sono state trascinate dietro una grande colonna da quattro agenti di polizia, prese a pugni e calci e poi ammanettati mentre giacevano a pancia in giù, a poca distanza altri giovani tramortiti venivano gettati sulla schiena. Le proteste contro la corruzione hanno chiesto le dimissioni del primo ministro Boyko Borissov per tutta l’estate del 2020.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Le immagini dei droni nel cantiere di Nostre-Dame, tra impalcature e vetrate a due anni dall’incendio che distrusse la cattedrale

next
Articolo Successivo

Morto Abdelaziz Bouteflika, l’ex presidente dell’Algeria aveva 84 anni: lutto nel Paese per tre giorni e bandiere a mezz’asta

next