Dopo il successo della prima stagione, torna in streaming ‘Tutta scena – Il teatro in camera’, il progetto realizzato da Loft Produzioni che manda in onda il grande teatro, disponibile in esclusiva su TvLoft.it, app e smart tv. Quattro nuovi spettacoli, nella splendida cornice romana del Silvano Toti Globe Theatre di Villa Borghese.

Si parte il 16 settembre con il ‘Saverio Raimondo Live’, lo spettacolo teatrale del comico romano che porta in scena un nuovo show di stand-up comedy covato durante i mesi di lockdown. Il Satiro Parlante di Netflix, dopo essersi mostrato in pigiama su Rai4 e averci portato alla scoperta dei luoghi dimenticati durante la pandemia con i suoi documentari in stile Alberto Angela, torna dal vivo sul palco del Globe Theatre e in streaming su TvLoft. Con ironia militante, satira feroce e stile sincopato, in un’ora di show il comico parla a ruota libera di quarantene imbarazzanti, positività asintomatiche, ansie da pandemia, fritture miste, porno online, traslochi e soldi (pochi): perché in un momento di disagio collettivo, solo un vero disagiato ha qualcosa da dire. Inoltre, sempre su TvLoft sarà disponibile un’intervista all’autore.

Il progetto, realizzato da Loft Produzioni, a cura autoriale di Giorgia Salari con la collaborazione di Cecilia Pandolfi e Francesco Bonomo, vede la direzione tecnica di Duccio Forzano, la regia di Matteo Forzano e la direzione della fotografia di Mauro Ricci. È possibile acquistare il singolo spettacolo al prezzo di 1,99 euro oppure il pacchetto completo a 5,00 euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Green pass, Scanzi ad Accordi&Disaccordi (Nove): “Qual è ancora il problema a vaccinarsi? Non spacchiamo il capello in quattro”

next
Articolo Successivo

Andrea Scanzi dedica L’affondo al professore no-Green pass Valentino Di Carlo: “Perché la tv lo ospita?”

next