Sono 5.621 i nuovi contagi da Covid in Italia (ieri 5522), secondo i DATI del ministero della Salute. Da ieri sono stati registrati altri 62 morti (ieri 59) che portano a 129.828 il totale delle vittime da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 286.028 tamponi, con un tasso positività che sale all’1,96 (ieri 1,89%).

In calo le persone ricoverate in ospedale con sintomi che sono 4.164 (ieri 4.230), con un calo di 66 persone rispetto a ieri mentre sono i 548 ricoverati in terapia intensiva (-10 rispetto a ieri), con 37 ingressi nelle ultime 24 ore. Sono 4.338.241 i guariti (+6.984 ) e 128.489 gli attualmente positivi (-1.429).

Per quanto riguarda la distribuzione geografica, la regione che registra il maggior incremento di nuovi casi nelle ultime 24 ore è ancora una volta la Sicilia (+973), seguono Veneto (+618) e Emilia Romagna (+617). In ordine decrescente poi si posizionano Lombardia (+594), Puglia (+423), Campania (359), Lazio (346), Calabria (304), Piemonte (238), Puglia (200), Friuli Venezia Giulia (164), Sardegna (156), Liguria (131), P. A. Bolzano (127), Marche (114) e Abruzzo (105). Tutte le altre regioni registrano un incremento inferiore alle 100 ma nessuna risulta essere Covid free.

Prosegue la tendenza dei giorni scorsi che mostra l’efficacia dei vaccini e del piano vaccinale. Infatti, nell’analisi lunedì-venerdì, rispetto alla settimana scorsa a fronte di un maggior numero di tamponi processati (1.332.734 vs 1.310.624) si registra un numero inferiore di nuovi casi (25.147 vs 29.754), di decessi (313 vs 317), di ingressi in terapia intensiva (185 vs 230) e di ricoveri (-52 vs +31).

Articolo Precedente

Coronavirus, l’analisi dell’andamento dell’epidemia: la diretta con Brusaferro e Rezza – Video

next
Articolo Successivo

Denise Pipitone, perché secondo l’ex pm Angioni lavorare con il commissariato di Mazara del Vallo era una missione impossibile

next