Un lockdown solo per le persone non vaccinate. È quello che potrebbe varare l’Austria. Non si tratta di un retroscena, visto che ad annunciarlo è stato il cancelliere Sebastian Kurz: ospite di una trasmissione televisiva sull’emittente Orf, ha illustrato il suo piano in cinque punti contro il Covid.

In primo luogo, ha spiegato, il criterio dell’incidenza sarà sostituito come indicatore principale da quello dell’occupazione dei posti letto nelle unità di terapia intensiva: “In un piano graduale, le misure saranno legate al raggiungimento di un determinato tasso di occupazione“, ha detto. Poi non saranno previsti lockdown generalizzati: “Se si renderanno necessarie misure di protezione, non saranno più a livello nazionale, ma riservate alle persone non vaccinate”. Kurz ha spiegato che si tratterà “misure di protezione” nei confronti dei non vaccinati, visto il rischio 50 volte superiore di un percorso grave della malattia che potrebbero riguardare la movida serale e i grandi eventi.

Quindi, sul fronte vaccini, Kurz ha detto di volere “effettuare con costanza” i richiami, ovvero la terza dose, evidenziando l’obiettivo di “aumentare la disponibilità a farsi vaccinare”. Non da ultimo per far vaccinare le persone vanno rafforzati i “controlli”: “Sono sempre di più i falsi dei certificati di vaccinazione in circolazione”. Infine, la promessa che le scuole restano aperte e che non si tornerà alla didattica a distanza

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Uragano Ida a New York, due agenti si tuffano sott’acqua per salvare una famiglia intrappolata: il recupero non va a buon fine – Video

next
Articolo Successivo

Afghanistan, manifestazioni a Kabul contro il Pakistan: i Talebani aprono il fuoco. Sassoli: “Serve un corridoio umanitario per il Panshir”

next