Michel Barnier annuncia la sua candidatura per le primarie di destra con i Républicains. Lo riporta la testata francese Le Monde. L’ex commissario Ue ed ex negoziatore Ue Brexit diventa il quarto candidato nella corsa interna, dopo Valérie Pécresse, Philippe Juvin ed Eric Ciotti. “Ho preso la decisione di candidarmi alle elezioni presidenziali del prossimo aprile”, ha detto l’ex negoziatore della Brexit, “per portare il progetto alla destra di una ‘Francia riconciliata’”. Barnier ha parato Lac du Bourget (Savoia): “L’importante è unire, la destra, il centro. Si tratta di limitare e controllare l’immigrazione e di mettere il lavoro e il merito al centro della nostra società” oltre che di “decarbonizzare l’economia”.

L’annuncio arriva poche ore dopo quello dell’avversario Eric Ciotti davanti a Jean-Jacques Bourdin su BFM-TV. L’andamento delle primarie sarà chiarito nel corso di un congresso previsto per il prossimo 25 settembre. Barnier, scirve Le Monde, è considerato come una delle figure più capaci nel campo della destra. “Con la sua esperienza europea, è nella posizione migliore per vedere i difetti del sistema. Possiamo essere europeisti e difendere la Francia “, spiega Brigitte Kuster, deputata (LR) per Parigi e sostegno all’ex rappresentante eletto della Savoia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sicilia, ancora numeri da zona gialla: venerdì ufficiale il cambio di fascia. Sardegna a rischio

next
Articolo Successivo

Talebani, Isis e al-Qaeda in Afghanistan non sono la stessa cosa: tra rivalità, lotta per il potere e obiettivi diversi

next