Serie A

Trasferimenti irregolari di calciatori nigeriani minorenni, la Fifa sanziona lo Spezia: ‘Mercato fermo per 4 sessioni e 460mila euro di multa’

Serie A

Trasferimenti irregolari di calciatori nigeriani minorenni, la Fifa sanziona lo Spezia: ‘Mercato fermo per 4 sessioni e 460mila euro di multa’

Trasferimenti irregolari di calciatori nigeriani minorenni, la Fifa sanziona lo Spezia: ‘Mercato fermo per 4 sessioni e 460mila euro di multa’

Come spiegato in un articolo di Domani, dietro a queste manovre c'era l'ex patron e imprenditore italo-nigeriano Gabriele Volpi. I ragazzi venivano portati minorenni in Italia per partecipare a dei tornei giovanili. Ma quando arrivava il momento di tornare a casa, questi rimanevano nel Paese in maniera illegale, continuando a giocare per le squadre dilettantistiche che servivano come appoggio fino al compimento del 18esimo anno

Mercato bloccato per quattro sessioni a partire dalla prossima finestra invernale, sia a livello nazionale che internazionale, e una multa da 500mila franchi svizzeri (circa 460mila euro). È questa la maxi-sanzione comminata dalla Fifa allo Spezia Calcio per aver violato le norme sui trasferimenti internazionali di giocatori minorenni ed emersa dopo un’indagine portata avanti dal Dipartimento di Esecuzione Regolamentare della Federazione. Insieme alla società ligure, ad essere colpite dalle sanzioni sono anche la USD Lavagnese 1919 e la Valdivara 5 Terre, entrambe obbligate allo stop sul mercato per quattro sessioni e a pagare una multa di 4mila Franchi svizzeri a testa (3.685 euro circa).

La Commissione ha spiegato che la vecchia proprietà del club spezzino, che aveva già patteggiato con la Figc per 60mila euro di multa, ha violato l’articolo 19 del Regolamento Fifa sullo status e sul trasferimento dei giocatori avendo portato in Italia parecchi calciatori nigeriani minorenni usando un sistema finalizzato ad aggirare il suddetto articolo, oltre alle norme nazionali sull’immigrazione. Nonostante ciò, a pagare la sanzione saranno i nuovi proprietari della società ligure.

Nello specifico, come spiegato in un articolo di Domani, dietro a queste manovre c’era l’ex patron e imprenditore italo-nigeriano Gabriele Volpi che, oltre alla società ligure, aveva coinvolto anche il Rijeka e il Football College Abuja. Fu lo stesso Volpi che, nel 2019, venne indagato e poi archiviato con l’ex furbetto del quartierino Gianpiero Fiorani in un’inchiesta simile che coinvolgeva sempre la società ligure. In poche parole, i giovani ragazzi nigeriani venivano portati minorenni in Italia per partecipare a dei tornei giovanili. Ma quando arrivava il momento di tornare a casa, questi rimanevano nel Paese come minori non accompagnati, in maniera illegale, continuando a giocare per le squadre dilettantistiche che servivano come appoggio fino al compimento del 18esimo anno di età, quando le promesse del calcio erano a quel punto pronte per firmare un contratto professionistico con la società spezzina. La Procura di La Spezia ha inoltre aperto un’inchiesta per immigrazione irregolare.

Da parte sua, la società ha annunciato che farà ricorso contro la decisione della Fifa: “Il Club è sorpreso ed estremamente deluso da questa sentenza – si legge in un comunicato – Le presunte irregolarità imputate allo Spezia Calcio sono avvenute nel periodo compreso tra il 2013 e il 2018, quindi sotto la precedente amministrazione del club. Tutti i membri della precedente proprietà e del team di management appartenente ad essa attualmente non ricoprono ruoli di responsabilità all’interno del club. Quando il nuovo gruppo proprietario ha acquisito lo Spezia Calcio, nel febbraio del 2021, l’indagine Fifa non è stata esposta in maniera adeguata. Il Club è stato informato soltanto ad aprile e ha agito immediatamente per condurre un controllo interno su tali accuse, per dimostrare che le irregolarità non riguardano l’attuale proprietà”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salernitana in A: accettato il trust di Lotito, ma è costretto a vendere entro dicembre. E ora Gravina vuole sminare il caso Napoli-Bari

next
Articolo Successivo

Lazio, lo striscione contro Hysaj: “Verme, la Lazio è fascista”. Ma la dirigenza lo difende: “Mantenere clima di serenità”

next

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione

meteo