Stiamo ragionando se firmare o meno il referendum sulla giustizia, ci sto pensando anche personalmente, non c’è obbligo di partito”. Il leader di Italia viva, Matteo Renzi, intervenendo a Napoli alla presentazione del suo libro ‘Controcorrente’ ha parlato dell’eventuale sostegno alla raccolta di firme per il quesito referendario sulla riforma della giustizia proposto da Lega e Radicali. “È un referendum radicale che passerà perché ha già cinque Regioni. È un incentivo e uno stimolo per fare riforme più serie. Sulla giustizia – ha aggiunto Renzi – auspico un punto di intesa e di caduta, col Parlamento che fa le leggi e i giudici i processi. E che si smetta con le invasioni di campo. Penso – ha concluso – che se i referendum aiuteranno in questo senso allora saranno utili”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Orlando: “Gianetti e Gkn? Vicende slegate dallo sblocco dei licenziamenti. Serve contrasto alle delocalizzazioni e nuove politiche industriali”

next
Articolo Successivo

M5s, Cominardi: “Renzi e referendum contro reddito cittadinanza? Sono incazzato nero. Si confronti con me invece di sfidare Ferragni”

next