Certo che siamo preoccupati“. Così il legale di Silvio Berlusconi, l’avvocato Federico Cecconi, ha risposto ai cronisti che, dopo l’udienza Ruby ter, gli hanno chiesto quali siano le condizioni del leader di FI. Il difensore ha chiarito che è “costantemente monitorato a casa”, è in condizioni “di degenza domiciliare” e lo ha descritto come un “soggetto defedato“, ossia deperito, non in buone condizioni.

Berlusconi, ha spiegato l’avvocato, è “una persona che è stata dimessa sabato e che adesso è costantemente monitorata a casa, è stata attrezzata una parte importante dell’abitazione di Villa San Martino per consentirgli una ripresa delle sue condizioni di salute”. A chi gli ha fatto notare che i pm hanno detto che è “gravemente malato”, Cecconi ha risposto: “Non hanno fatto altro che constatare giustamente quelli che sono i dati che sono rinvenibili dalla disamina delle numerose certificazioni e relazioni mediche che abbiamo versato agli atti del processo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vitalizio a Formigoni, Licheri (M5s): “Da Lega e Forza Italia sputo in faccia a cittadini”. Taverna (M5s): “Scandaloso, ci opporremo”

next