“Mentre i cittadini lombardi stavano morendo, il presidente dell’Istituto Besta, insieme a un consigliere, si preoccupava di comprare le azioni della Diasorin grazie a informazioni privilegiate. Denunciare questo fatto non è giustizialismo, perché qui si parla di cose indecenti. Moratti e Fontana intervengano”. Sono le parole dell’ex viceministro all’Economia del Movimento 5 stelle, Stefano Buffagni, che in un videomessaggio chiede al presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e alla vicepresidente, Letizia Moratti, che cosa intendano fare della vicenda che ha coinvolto il presidente dell’Ircc Policlinico San Matteo di Pavia, Alessandro Venturi, e l’amministratore delegato di Diasorin, Carlo Rosa. I due sono indagati per insider trading: secondo l’accusa hanno divulgato informazioni privilegiate riguardo alla validazione del test diagnostico (sierologico) per il Covid-19 messo a punto da Diasorin con il San Matteo. Secondo i pm all’inizio di aprile del 2020, pochi giorni prima che venisse annunciato il lancio del nuovo test, Venturi avrebbe contattato Andrea Gambini, presidente del Besta di Milano, consigliandogli di acquistare azioni della Diasorin. A sua volta Gambini avrebbe comunicato la notizia a Francesco Bombelli, consigliere dell’ospedale milanese.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

FQChart della settimana – Quattro partiti nel margine di errore: è lotta al primo posto

next
Articolo Successivo

Ponte sullo stretto, il sottosegretario M5s Cancelleri: “10 anni e lo vedremo”. E i 5 stelle convocano assemblea dei parlamentari

next