Ha perso la vita in un incidente stradale Agazio Menniti, il primario di Neurochirurgia dell’ospedale San Camillo di Roma che nel 2019 aveva salvato la vita al giovane nuotatore Manuel Bortuzzo, centrato da un proiettile alla schiena per uno scambio di persona durante un agguato a Casal Palocco.

Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, Menniti aveva terminato la sua giornata di lavoro dopo un intervento per un’emorragia cerebrale caso di possibile positivo al covid. Sulla strada verso casa, si trovava sul grande raccordo anulare quando è stato coinvolto in un incidente per lui rivelatosi fatale. Un’auto ha tamponato il primario che viaggiava in moto, e mentre Menniti provava a rialzarsi un secondo veicolo lo ha investito.

Alberto Delitala, suo predecessore nel ruolo, ha raccontato del suo collega sulle colonne del Corriere, “Quel giovane chirurgo mi ha colpito fin dal primo momento: riservato, un po’ sulle sue, ma capace di grandi slanci di simpatia, soprattutto con i colleghi e gli infermieri con i quali aveva costruito una bella squadra”.

In queste ore la polizia indaga sui fatti. Per due automobilisti si configura l’ipotesi di omicidio stradale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Festa Inter a Milano, Locatelli: “121mila morti devono averci insegnato qualcosa, onorare memoria vuol dire evitare assembramenti”

next
Articolo Successivo

Valanga si stacca all’improvviso sul Monte Zevola: le persone a valle fuggono prima di essere travolte – Video

next