“La quantità di film pronti per il prossimo Festival di Venezia è assolutamente imbarazzante. Nel senso che avrò l’imbarazzo della scelta e qualcuno dovrà saltare il turno. Con tutti i titoli italiani che ci sono potrei fare addirittura un festival tutto di film italiani”. Così ha spiegato il direttore della Mostra d’arte Cinematografica, Alberto Barbera dopo aver discusso in diretta con FQMagazine della vittoria agli Oscar di Nomadland, Leone d’Oro, appunto all’ultima Venezia 2020.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giovanni Ciacci rivela: “Ho la nebbia al cervello. Vedo le buche e crollo, è devastante”

next
Articolo Successivo

Teatri e cinema chiusi per Covid, Alberto Barbera: “Mancato coraggio e capacità di discernere rischi reali. Più facile controllare accessi nei cinema che nei supermercati”

next