Draghi si è presentato con un programma e la maggioranza di governo si è formata sulla base di quel programma. Poi in Parlamento ci sono discussioni su temi come quelli sui diritti, su cui io non ho nessuna intenzione di ammainare le nostre bandiere. Quando parlo di ddl Zan contro la omotransfobia e di Ius Soli, parlo di leggi che porterebbero il nostro Paese nel futuro e che ci toglierebbero dal Medioevo”. Così a “Dimartedì” (La7) il segretario del Pd Enrico Letta risponde a una domanda della giornalista di Domani, Daniela Preziosi, che gli chiede lumi sulla contrarietà della Lega al ddl Zan e sulla tenuta della maggioranza di governo.

Letta si pronuncia anche sull’immigrazione: “Il Pd he guiderò io sarà sulla linea che voglio portare avanti: c’è bisogno di trattare con umanità e rispettando i diritti delle persone. Voglio dirlo con grande forza: c’è una differenza tra il salvataggio in mare di chi muore e la questione dei migranti. Il salvataggio in mare di chi muore sulle nostre coste è un dovere del nostro Paese e non c’entra nulla con la questione complessiva della gestione dei flussi migratori, che hanno bisogno di risposte da dare insieme agli altri Paesi europei”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Speranza a La7: “Gli attacchi di Salvini? Sbaglia chi fa politica sull’epidemia. Ho giurato sulla Costituzione, rispondo solo al diritto alla salute”

next
Articolo Successivo

Concorsopoli in Regione Lazio, si dimette il presidente del consiglio Buschini: “Assunzioni regolari ma lascio per trasparenza”

next