“Io mi sono fatto da parte, queste sono responsabilità dei dirigenti del M5s“. Così Alessandro Di Battista, intervistato sul difficile momento che sta attraversando il Movimento 5 stelle: “Anzi – continua lui – invito anche alcuni esponenti del Movimento che stanno dando veline di nascosto false sul mio conto mettendomi in mezzo a cose che non c’entra di evitare. Insomma patti chiari amicizia lunga. E’ un atteggiamento sciocco da parte di qualcuno. Io non sto facendo scissioni non c’entro nulla con i voti dei parlamentari che sono responsabili appunto del loro voto. Gianroberto diceva che le correnti appartengono ai partiti, no al Movimento. Penso che il Movimento 5 Stelle abbia condotto le trattative in modo pessimo. E’ passato fondamentalmente dal sì a Conte e no a Renzi al no a Conte e sì a Renzi, Calenda, sì Berlusconi sì Salvini sì Pd sì Draghi. Le espulsioni? Penso che siano più scelte da burocrati da politici, ma sono affari loro”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Campania, De Luca: “Inevitabile per noi zona arancione”. E attacca Zaia: “Basta con propaganda sgangherata su acquisto vaccini”

next
Articolo Successivo

Speranza a medici e infermieri: “Grazie per il lavoro straordinario di questi mesi. Necessario investire nella sanità pubblica”

next