Niente abbracci, regole rigide anti contagio, ma 150mila preservatisi gratis, con la preghiera di rispettare comunque il distanziamento sociale. Questo è il programma delle Olimpiadi di Tokyo del 2021 in partenza il 23 luglio. Gli atleti non potranno avere nessun tipo di contatto fisico tra loro, si legge in un regolamento sui virus pubblicato martedì dagli organizzatori. Il documento di 33 pagine – l’ultimo di una serie di “playbook” redatti nel tentativo di garantire che i Giochi possano andare avanti in sicurezza – avverte anche la pena per gli atleti che infrangono le rigide regole antivirus è l’espulsione. Secondo le linee guida, gli atleti saranno sottoposti al tampone anticovid almeno una volta ogni quattro giorni e, qualora risultassero positivi, saranno esclusi dalle Olimpiadi.

Il soggiorno in Giappone per gli atleti sarà “ridotto al minimo per ridurre il rischio di infezione” e ci si aspetta che coloro che soggiornano al Villaggio Olimpico “evitino forme di contatto fisico non necessarie”. Gli organizzatori hanno inoltre riferito che saranno distribuiti circa 150 mila preservativi gratuiti agli atleti, ma il nuovo regolamento li esorta a “limitare il più possibile il contatto con altre persone”.“Se siete già stati ai Giochi – si legge sulla guida – sappiamo che questa esperienza sarà diversa in molti modi. Per tutti i partecipanti ai Giochi, ci saranno alcune condizioni e vincoli che richiederanno flessibilità e comprensione“.

La guida per atleti e dirigenti di squadra sarà rivista ad aprile e nuovamente a giugno. Il documento fornisce ulteriori dettagli sui test antivirus per i partecipanti, che dovranno sottoporsi a un test entro 72 ore dal viaggio in Giappone e di nuovo una volta atterrati. Non ci sarà quarantena per gli atleti e sarà comunque consentito loro di partecipare ai ritiri di allenamento in Giappone prima dell’inizio dei Giochi, ma tutti i movimenti dovranno essere rigorosamente registrati e l’uso dei mezzi pubblici è soggetto ad autorizzazione. Gli atleti “non devono visitare palestre, aree turistiche, negozi, ristoranti o bar” e possono recarsi solo in “sedi ufficiali dei Giochi e luoghi aggiuntivi limitati”. È obbligatorio per i partecipanti inoltre indossare sempre la mascherina tranne quando gareggiano, si allenano, mangiano o dormono.

I regolamenti sui virus vengono rilasciati mentre gli organizzatori, i funzionari olimpici e il governo giapponese lavorano per assicurarsi che i Giochi possano andare avanti in sicurezza nonostante la pandemia. Le vaccinazioni, sebbene siano raccomandate per gli atleti, non saranno un requisito necessario per partecipare ai Giochi. Tuttavia in Giappone la felicità per le Olimpiadi è bassissima: circa l’80% dei giapponesi chiede la cancellazione o un ulteriore rinvio dei Giochi, opzioni già escluse dagli organizzatori. Le polemiche per Tokyo 2021 sono anche state causate da una frase sessista detta dal presidente organizzatore dei Giochi Yoshirō Mori, che aveva affermato che “le donne parlano troppo negli incontri”. Nonostante le scuse pubbliche il presidente ha rifiutato di dimettersi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Impeachment per Trump, il Senato procede: “Processo costituzionale”. Aperte due inchieste in Georgia per il tentativo di ribaltare il voto

next