Secondo il Corriere della sera, Maria Elena Boschi non solo non avrebbe voluto la crisi di governo, ma ha anche litigato con Matteo Renzi e sarebbe stata tentata di unirsi al gruppo dei responsabili in sostegno di Giuseppe Conte. A ricostruire lo scontro tra l’ex ministra e il leader di Italia viva è Fabrizio Roncone. Proprio la Boschi in queste ore sta seguendo i lavori al tavolo sul programma insieme al collega Davide Faraone e il suo nome ritorna in quasi tutti i toto ministri per un nuovo esecutivo. Secondo la ricostruzione del Corriere, la deputata punta a tornare a Palazzo Chigi, ma negli ultimi giorni ha avuto numerose divergenze con Renzi. Si parla di uno scontro molto accesso: Boschi non avrebbe voluto che lo strappo arrivasse fino a questo punto e avrebbe affrontato il leader di Italia viva per chiedergli spiegazioni.

Viste le voci insistenti, il 24 gennaio Boschi ha poi rilasciato una dichiarazione all’agenzia Ansa: “Leggo di essere tra le persone che lascerebbe Italia Viva per approdare ai responsabili”, ha dichiarato. “Se in questo festival di FakeNews arrivano a coinvolgere me significa che la caccia ai responsabili ha prodotto veramente scarsi risultati. Si tratta di una notizia talmente assurda da non poter essere nemmeno smentita“. Che sia un modo per riparare o meno, resta il fatto che ora Boschi è saldamente dentro Italia viva. E la sua presenza è fondamentale per evitare che altri parlamentari lascino la barca e lo facciano proprio nel pieno di trattative molto delicate. Intanto il suo nome viene fatto per vari ministeri, arrivando addirittura ad ipotizzarla per il dicastero della Giustizia o quello dell’Economia. Il suo unico commento questa mattina su Twitter, rilanciando un Tweet di 20 giorni fa: “Anche oggi polemiche su di me”, scrive. “Italia Viva ha chiesto al Governo di prendere il Mes, non di prendere Meb. Come al solito i 5 stelle non leggono fino in fondo. O non capiscono. Servono soldi per la sanità, non poltrone per noi”. Lo ha detto 20 giorni fa e vale ancora. Segno che sulle trattative di strada non se ne è fatta molta.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Moratti contro Moratti. Intima ai giornali di rettificare la data di inizio vaccinazioni agli ultra 80enni, ma era stata proprio lei a comunicarla – Video

next
Articolo Successivo

Governo, De Bonis (Maie): “Su giustizia trattative vanno avanti. Italia viva non ha ancora sciolto riserva sul nome di Conte”

next