Cristiano Ronaldo ha rifiutato di diventare testimonial dell’Arabia Saudita per una campagna pubblicitaria, volta a promuovere il turismo, che gli avrebbe assicurato 6 milioni di euro l’anno. A riportarlo è il quotidiano inglese Telegraph, secondo cui il fuoriclasse della Juventus – secondo solo al fuoriclasse del Barcellona Lionel Messi nella classifica dei giocatori più pagati del 2020 – avrebbe rifiutato la proposta del Paese del Golfo Persico perché preoccupato di un ritorno negativo sulla propria immagine. Non un sacrificio insostenibile peraltro, visto che ogni anno “CR7” incassa poco meno di 100 milioni di euro lordi, la metà come ingaggio e il resto dagli sponsor.

L’Arabia Saudita è infatti nel mirino di parecchie associazioni internazionali per quanto riguarda il rispetto dei diritti umani. Un paese dove solo nel 2019 è stato concesso alle donne di andare alla stadio, ma solo nel settore “misto” con il divieto assoluto di entrare in quello riservato agli uomini, e dove solo nel 2020 è nato un campionato di calcio femminile. Sempre secondo il tabloid britannico, dopo il no incassato da Ronaldo, Riyad avrebbe fatto la stessa offerta a Lionel Messi, ricevendo anche in questo caso un rifiuto netto. La campagna “Visit Saudi”, pensata per aumentare il turismo nello stato del Golfo Persico, è quindi ancora in cerca del suo volto.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aleksandr Kokorin, vita da dannato: genio in campo, ma fuori carcere, armi e ribellione. Alla Fiorentina per la rinascita (o il baratro)

next
Articolo Successivo

Europei di calcio, a sei mesi dal calcio d’inizio non si sa dove verranno disputati: esclusa la formula itinerante, ecco le ipotesi in ballo

next